Sfera Ebbasta indagato dalla procura di Pescara

Sfera Ebbasta indagato dalla procura di Pescara

13 gennaio 2019 0 Di serenazingalemagro

La procura di Pescara indaga sul trappar del momento Sfera Ebbasta

La tragedia di Corinaldo, cui il nome del trapper Sfera Ebbasta è tristemente associato, è ancora impressa nelle menti di noi tutti. Già da allora il celebre cantante era stato sommerso da numerose critiche, in quanto furono in sei a perdere la vita in quel triste giorno. Le polemiche sembrano non arrestarsi mai: solo pochi giorni fa la madre di una delle vittime di Corinaldo aveva rimproverato il trapper per le foto “idiote” pubblicate su Instagram. Non è finita qui.

Recentemente il tour del trapper ha fatto tappa a Pescara: il concerto si è tenuto presso l’ex Cofa, in occasione del “Terrasound Festival“. L’evento ha attirato migliaia di fans in visibilio per l’esibizione del loro cantante preferito. In seguito all’evento due senatori di Forza Italia, Lucio Malan e Massimo Mallegni, hanno presentato un esposto alla procura di Pescara. Essi affermano come i testi delle canzoni del trapper invitino i giovani a fare uso di sostanze stupefacenti, ed allo spaccio, senza mai sostenere quanto sia negativo utilizzarle. La cosa peggiore è il messaggio che traspare, ovvero che l’uso di droghe porti al successo. Per tale ragione Sfera Ebbasta risulta indagato per istigazione all’uso di sostanze stupefacenti. Ecco le parole di Mallegni:

“Basta tradurre trap in italiano per capire che si parla di musica dello spaccio. Noi non siamo dei bacchettoni però ovviamente questo diventa un problema sociale, di sicurezza e di diffusione delle droghe”