Call of Duty: Warzone, il Battle Royale free-to-play da 50 milioni di giocatori

12 Aprile 2020 Off Di Mario Barba
Call of Duty: Warzone, il Battle Royale free-to-play da 50 milioni di giocatori

Call of Duty: Warzone, la nuova modalità battle royale dello sviluppatore Infinity Ward, ha ora più di 50 milioni di giocatori, ha annunciato venerdì l’editore Activision.

Il risultato, che Warzone ha raggiunto appena un mese dopo la sua uscita, rende il gioco uno dei titoli free-to-play in più rapida crescita nell’industria dei giochi. Warzone aveva già raggiunto 30 milioni di giocatori poco meno di due settimane dopo il lancio.

A differenza del precedente, poco brillante, tentativo di Activision di realizzare un titolo battle royale, Blackout, che è stato reso disponibile dal 2018 in Call of Duty: Black Ops 4, Warzone è stato rilasciato come download autonomo su console e PC. Non richiede che i giocatori possiedano altri software o paghino denaro per giocarci, il che ha ovviamente aiutato molto la sua popolarità.

Warzone ha ora una notevole base di giocatori, avendo raggiunto i 50 milioni di giocatori alla stessa velocità del gioco concorrente Apex Legends. Fortnite, naturalmente, ha più di 250 milioni di giocatori ora, essendo stato rilasciato alla fine del 2017 e ora disponibile su console, PC e mobile.

Tuttavia, il successo di Activision e Infinity Ward dimostra che il genere Battle Royale, pur avendo perso molto del suo splendore da quando ha effettivamente consumato il mercato degli sparatutto in prima persona tre anni fa, ha ancora molto spazio per nuove idee e interessanti interpretazioni sul design di questo tipo di giochi.


Vuoi rimanere aggiornato su tutte le ultime news? Seguici anche su Instagram cliccando qui e su Google News cliccando qui