Tiziano Ferro lancia un appello al Governo: “I concerti si faranno? Chiedo delle risposte”

14 Aprile 2020 Off Di Sara Fonte
Tiziano Ferro lancia un appello al Governo: “I concerti si faranno? Chiedo delle risposte”

Tiziano Ferro non sa se il suo tour estivo si potrà svolgere a causa dell’emergenza Coronavirus, il cantante ha chiesto al Governo di dare delle risposte 

Tramite collegamento Tiziano Ferro domenica è stato ospite a Che Tempo che fa, programma condotto da Fabio Fazio su Rai 2.

Ad oggi stiamo attraversando ancora un momento molto delicato a causa dell’emergenza Coronavirus, il cantante a Che Tempo che Fa ha cantato ‘Il conforto’. Durante la quarantena in moltissimi sono stati costretti a chiudere, c’è tanta gente che in questo momento non può lavorare.

Fabio Fazio ha chiesto a Tiziano Ferro se anche il suo tour estivo ne risentirà a causa dell’emergenza Coronavirus. Il suo tour dovrebbe partire il 31 maggio da Lignano Sabbiadoro. Questa la risposta del cantante: “Ti ringrazio per questa domanda, perché è una cosa che dovremmo affrontare. Attualmente i miei concerti sono ancora in piedi, perché oltre il 3 maggio non ci sono state restrizioni. Io parlo per me, per la mia categoria, perché è l’unica che conosco e per tutti coloro che in migliaia hanno già comprato i biglietti. Noi abbiamo bisogno di sapere se si possono fare concerti, abbiamo bisogno di risposte.

Il noto e amato cantante ha aggiunto: “Ad oggi tecnicamente non sappiamo nulla, e lo dico per i fan che chiedono a me, ma non solo a me, a Vasco, a Cremonini, cosa sarà dei loro biglietti. Lo dobbiamo anche a chi lavora ai concerti per il palco, i tecnici, tutti quanti. Quindi io chiedo al governo delle risposte, ne abbiamo bisogno anche noi”.

Tiziano Ferro si è lasciato andare ad uno sfogo durante la sua ospitata a Che Tempo che Fa. Queste le sue parole: “In queste settimane il mondo della musica ha fatto vedere di cosa è capace, abbiamo raccolto quasi 8 milioni con ‘Musica che unisce’. Anche noi adesso ci meritiamo un minimo di attenzione e di riconoscimento, come tutti gli ambienti lavorativi .

E ancora: Abbiamo sempre fatto tanto e lo faremo ancora per le situazioni di crisi, non solo a livello di intrattenimento ma anche economico. Abbiamo donato personalmente e abbiamo raccolto, si viene da noi musicisti per una richiesta d’aiuto e noi lo facciamo sempre volentieri.”

Tiziano Ferro ha poi concluso dicendo: “Ma in questo momento abbiamo bisogno di una risposta. Non per me, ma per chi ancora sta acquistando dei biglietti. Abbiamo diritto di sapere se si possono o no fare i concerti, noi siamo bloccati. Questo per tutelare il pubblico e i lavoratori più fragili”.

Sara Fonte


Vuoi rimanere aggiornato su tutte le ultime news? Seguici anche su Instagram cliccando qui e su Google News cliccando qui