Benji e Fede: “La musica ha un potere terapeutico” – Buona Fortuna (VIDEO e TESTO)

30 Dicembre 2017 Off Di Stefano T. Vilardo
Benji e Fede: “La musica ha un potere terapeutico” – Buona Fortuna (VIDEO e TESTO)

Il nuovo singolo

Dopo diversi trailer che hanno alimentato l’attesa, Benji e Fede hanno pubblicato il nuovo video ufficiale del loro ultimo singolo “Buona Fortuna”.

Il pezzo anticipa il terzo album di un progetto nato sette anni fa da un messaggio via Facebook fra i protagonisti. «Buona fortuna» è la prima canzone scritta interamente da Federico Rossi e parla di una storia d’amore, dove si pensa a cosa sarebbe successo se le cose fossero andate diversamente e se si fosse stati felici di quello che si aveva, senza desiderare troppo:

Ma quanto costa la felicità non ci resta che essere felici senza, se cerchi ancora la luna allora buona fortuna.

La morte del padre di Fede

Federico al Corriere.it parla di quanto importante sia stata la musica nel periodo che ha dovuto affrontare dopo la morte del padre di inizio anno. Ecco come commenta il momento in cui ha fatto ascoltare la canzone a sua madre:

«Le ho messo le cuffie e gliel’ho fatta ascoltare. Non era preparata. Non ha capito subito, anche se ha notato che c’era quella frase che papà utilizzava spesso»

Ben era in studio quando ha visto nascere il brano e commenta:

«Ho visto Fede come aveva vissuto quel momento: è stato difficile per lui. Pochi giorni dopo eravamo ospiti a Sanremo. In quel momento ho visto quanto la musica lo avesse aiutato. Con questo testo è riuscito a mettere un messaggio positivo in un fatto tragico della sua vita. La musica ha un potere terapeutico».

Sulla copertina del singolo, che ritrae una coccinella, Federico spiega:

“Durante le passeggiate che facevo da piccolo mia mamma era fissata coi quadrifogli, ne trovava e me li metteva nel diario o in camera come segno di buon auspicio. Papà invece amava coccinelle e le considerava portafortuna”

Benji e Fede – Buona Fortuna (TESTO)

Ma quanto costa la felicità
non ci resta che essere felici senza
se cerchi ancora la luna
allora buona fortuna
dimmi che tempo fa da soli
segno bandiera rossa e in questo mare ci affoghi
tu mi mandi fuori
ed io rimango fuori
proiettili a silenziatore
dentro i miei pensieri
due biglietti in tasca, non siamo mai partiti
chissà com’era poi domani se non ci fossimo divisi
Ma quanto costa la felicità
non ci resta che essere felici senza
se cerchi ancora la luna
allora buona fortuna
Quanto costa la felicità
non ci resta che essere felici senza
tu non avere paura, ti dico buona fortuna
A volte una sola parola
può fare un gran casino
come gli schiaffi sulla faccia
che coprono un sorriso
avevo detto di andarci piano ma non mi sono pentito
io non mi sono pentito
Mi guardi con gli occhi di Monnalisa
mi guardi il profilo e non il viso
chissà com’era poi domani
se solo fossimo partiti
Ma quanto costa la felicità
non ci resta che essere felici senza
se cerchi ancora la luna
allora buona fortuna
Quanto costa la felicità
non ci resta che essere felici senza
tu non avere paura, ti dico buona fortuna
E ti ho cercato in tutta la città tra il traffico e la vita
io ti ho aspettata come quel regalo che poi non arriva
potrebbe essere già qua
Mi ricordo qualche anno fa
tu che me lo ripetevi sempre
“Tu puoi arrivare alla luna”
Quanto costa la felicità
si può essere felici senza
tu non avere paura
ti dico buona fortuna
e allora buona fortuna
e allora buona fortuna


Vuoi rimanere aggiornato su tutte le ultime news? Seguici anche su Instagram cliccando qui e su Google News cliccando qui