Successivamente ad Al Bano, Anche Totò Cutugno bandito dall’Ucraina

Successivamente ad Al Bano, Anche Totò Cutugno bandito dall’Ucraina

15 marzo 2019 0 Di serenazingalemagro

Divieto d’accesso a Totò Cutugno in Ucraina: eccone i motivi

Il cantante nostrano Al Bano, famoso in tutto il mondo, non è stato l’unico ad essere introdotto all’interno della lista delle persone indesiderate in Ucraina. Il cantante di Cellino San Marco, recentemente, era stato accusato addirittura di terrorismo.  Egli è reo di aver tenuto alcuni concerti per il presidente russo Vladimir Putin, nonché di avergli stretto la mano. La stessa cosa accade, in questo momento, al cantante Totò Cutugno. Accusato di tenere salde le proprie posizioni filorusse, Vasily Gritsak chiede di proibirne l’accesso.

Tra i sostenitori della “causa” vi è Viktor Romanyuk che considera il cantante un “agente di appoggio della guerra della guerra della Russia in Ucraina“. Egli afferma: “Totò Cutugno fa parte dell’associazione Amici di Putin ed ha sostenuto l’annessione della Crimea. Su internet ci sono molte informazioni sulla sua posizione riguardo all’ occupazione della Crimea». Insomma a quanto pare l’Ucraina non transige: non è possibile intrattenere rapporti con la Russia, senza inimicarsi anche l’Ucraina. Totò Cutugno ha sempre goduto di grande successo in Russia, tanto che la televisione locale lo ha sempre celebrato. Una cosa che in Italia non è mai accaduta. Vedere in questo rapporto un coinvolgimento politico sembra, però, esagerato: chissà che non risponda alle accuse!

 

 

.