Gio. Ago 5th, 2021

La nostra rubrica (V.I.P) dedicata al mondo di Instagram torna in grande stile con una delle food blogger e appassionate di cucina più influenti degli ultimi tempi. Un donna che ha saputo coniugare amore per la cucina, ricette e comunicazione. La nostra ospite per questa puntata è Cristina Saglietti fondatrice del blog Contemporaneo Food. Scopriamo i suoi segreti e come nasce questo legame con il mondo del cibo e dell’alimentazione.

D: Cristina Saglietti, una piccola presentazione per i lettori di nonsolo.tv

R: Mi chiamo Cristina e Contemporaneo Food è il mio blog dove propongo “ricette che funzionano“.
Io le creo, le cucino, le scrivo e le fotografo…tu puoi rifarle a casa ed essere sicuro che verranno bene.

Ho iniziato a scrivere “ricette che funzionano” perché non mi piacciono quelle con mille passaggi spesso superflui o con troppi ingredienti a volte poco funzionali e soprattutto perché non mi piacciono quelle ricette che leggi, segui passo passo e alla fine non ti vengono bene perché sono spiegate male o sono, a tratti, incomplete.Credo che le ricette debbano essere il più possibile equilibrate, leggere e “contemporanee“: adatte cioè alle esigenze del nostro quotidiano dove è importante ottimizzare i tempi e rimanere in forma.Per questo le proposte di Contemporaneo Food sono belle da vedere, sane e buone da mangiare senza mai dimenticare quello che per me è l’ingrediente fondamentale: la creatività.
Ho deciso di aprire un blog un po’ per caso, dopo aver terminato gli studi di economia e gestito per 6 anni una pasticceria storica di Torino.All’inizio era un passatempo a cui in realtà non dedicavo molta attenzione: non sapevo fotografare ma ero sicura di poter proporre dei contenuti di qualità.

Nel giro di poco tempo sono arrivate le prime collaborazioni, ho ovviamente migliorato il mio modo di fotografare partendo da quello che “funziona sul web e sui social” arrivando a “quello che effettivamente parlava di me e del mio modo di cucinare”
Oggi sono una food writer e photographer a tempo pieno e collaboro con riviste, produttori e aziende per la realizzazione di ricette che creo e fotografo personalmente.
Ho vinto il premio Food Blog Award nella categoria Food&Fashion e lavorando molto con il mio canale Instagram come Influencer, di recente sono stata selezionata tra i 50 food influencer più interessanti sul panorama mondiale dall’ Influencer Awards Monaco.

D: Food, Foto e Ricette. La cucina è il tuo habitat naturale?

R: Sì, senza dubbio. Per tradizione di famiglia la cucina è il cuore della casa. Era così dai nonni, così dai miei genitori ed è così anche a casa mia. Ho sempre desiderato una cucina grande e completa di ogni optional per poter realizzare qualsiasi tipo di ricetta. Appena mi è stato possibile ho concretizzato questo desiderio di bambina.Oggi la mia cucina è l’ambiente principale di casa, dove passo il tempo con il mio piccolo zoo, due gatti e un bassotto, dove creo le mie ricette, le realizzo e le fotografo.

D: Perché il nome contemporaneo food?

R: Qui e ora… è la nostra realtà. La maggior parte di noi non vive in meravigliose case di campagna tra orti e fiori e mobiglio vintage senza tempo, scenari che le immagini di food di tendenza ci descrivono e ci propongono di continuo. Per me sono tutti bellissimi scatti che però non ho modo di riportare nel qui e ora dove viviamo tutti, senza contare che troppo spesso le ricette sono a servizio dello scenario e non viceversa. La maggior parte di noi, vive in città, ha pochissimo tempo e mille cose a cui pensare. Ama tenersi in forma, vedersi bello per sentirsi bene e a mio avviso tutto parte da come mangiamo. Se sappiamo scegliere bene la nostra spesa, proporremo durante la settimana piatti sani e un menù complessivamente equilibrato e non ripetitivo. Basta un pizzico di attenzione e di consapevolezza…la chiamerei “voglia di fare bene per noi stessi”. Se poi oltre a fare scelte consapevoli cerchiamo anche di rendere minimamente bello quello che portiamo in tavola onoriamo il momento del “mangiare insieme” e ci possiamo fare continue coccole anche se viviamo da soli.Questa è la mia idea di cucina e questo il perché del nome. E’ fondamentale non solo scegliere le materie prime migliori ma anche farlo consapevolmente, capendo davvero cosa ci può far star bene e meglio e cosa invece potrebbe nuocere al nostro benessere.Per questo motivo sul blog puoi trovare categorie come Ricette Light, Superfood, Farine Alternative e Avocado.

D: Il tuo profilo conta 119mila follower. Come si raggiunge questo successo parlando di cibo?

R: Con la determinazione e la testa dura e con la serietà, la qualità dei contenuti e il voler essere professionale.

Credo che questo sia uno dei punti chiave assoluti: io non volevo avere un blog per fare la food blogger nei ritagli di tempo sperando magari in qualche bella collaborazione con brand interessanti. Volevo crearmi un mestiere e come è giusto che sia, i veri risultati arrivano se si è preparati.

Io cerco di fare del mio meglio e ho sempre organizzato tutto in modo pragmatico e preciso. Oggi poi serve necessariamente “essere social” avere cioè il piacere di condividere.

Questo però non vuol dire obbligatoriamente creare tanti contenuti pur di farlo rischiando di essere poco interessanti.

Bisogna trovare la giusta via di mezzo che penso sia diversa per ognuno di noi.Fare delle belle foto e avere qualcosa da raccontare.Oggi Instagram è il luogo di lavoro per eccellenza: occorre trattarlo come tale e conoscere bene le regole e le dinamiche.Il cibo poi, anche da solo fa il resto: tutti mangiamo e più o meno tutti una sbirciatina ad un piatto goloso la diamo.


Vuoi rimanere aggiornato su tutte le ultime news? Seguici anche su Instagram cliccando qui e su Google News cliccando qui