Domenica 7 giugno 2020, il vangelo del giorno e le parole del Papa nel giorno della Santissima Trinità

7 Giugno 2020 Off Di NonSolo.Tv
Domenica 7 giugno 2020, il vangelo del giorno e le parole del Papa nel giorno della Santissima Trinità

7 giugno 2020. Nel giorno in cui si celebra la Santissima Trinità Papa Francesco torna ad affacciarsi dal suo balcone su Piazza San Pietro .

La piazza è discretamente gremita e il Pontefice si rivolge così ai fedeli: “Rimane la necessità – non cantare vittoria prima eh! Non cantare troppo presto vittoria – di seguire con cura le norme vigenti, perché sono norme che ci aiutano a evitare che il virus vada avanti. Grazie a Dio stiamo uscendo dal centro più forte, ma sempre con le prescrizioni che ci danno le autorità”.

Quindi, sulla celebrazione della Santissima Trinità: “La festa di oggi ci invita a lasciarci nuovamente affascinare dalla bellezza di Dio; bellezza, bontà e verità inesauribile. Ma anche umile, vicina, che si è fatta carne per entrare nella nostra vita, nella nostra storia, perché ogni uomo e donna possa incontrarla e avere la vita eterna. E questo è la fede: accogliere Dio-Amore che si dona in Cristo, lasciarsi incontrare da Lui e confidare in Lui”.à

Domenica 7 giugno 2020, il Vangelo del giorno

Dal Vangelo secondo Giovanni
Gv 3,16-18

In quel tempo, disse Gesù a Nicodèmo:
«Dio ha tanto amato il mondo da dare il Figlio, unigenito, perché chiunque crede in lui non vada perduto, ma abbia la vita eterna. Dio, infatti, non ha mandato il Figlio nel mondo per condannare il mondo, ma perché il mondo sia salvato per mezzo di lui. Chi crede in lui non è condannato; ma chi non crede è già stato condannato, perché non ha creduto nel nome dell’unigenito Figlio di Dio».

Domenica 7 giugno 2020, l’angelus di Papa Francesco


Vuoi rimanere aggiornato su tutte le ultime news? Seguici anche su Instagram cliccando qui e su Google News cliccando qui