Lun. Ott 18th, 2021
caterina melissa mazara del vallo sorelle per sempre scambiate alla nascita film

Andrà in onda questa sera, alle ore 21:25, su Rai Uno, in prima visione TV il film “Sorelle per Sempre”, diretto da Andrea Porporati. La pellicola, ispirata all’incredibile vicenda avvenuta la notte di Capodanno del 1998 a Mazara del Vallo, vede come attori protagonisti Donatella Finocchiaro, Anita Caprioli, Claudio Castrogiovanni e Francesco Foti.

Ma cosa è accaduto quel giorno? Come riportato anche dal Corriere della Sera, quella notte nacquero due bambine all’ospedale siciliano, Caterina e Melissa. Per tre anni nessuno si è mai accorto del fatto che quelle due neonate erano state scambiate in seguito ad un errore del personale.

Finché un bel giorno una nuova maestra dell’asilo dove andavano entrambe le piccole si rese conto di come Caterina somigliasse troppo a Marinella Alagna, e non a mamma Gisella. Al contrario, Melissa aveva proprio i tratti di Gisella Foderà. Cominciarono a crescere i dubbi in entrambe le famiglie, fino al test del DNA che confermò l’incredibile scambio avvenuto in quella notte di Capodanno di qualche anno prima.

In un primo momento tutti e due i nuclei familiari entrarono in crisi, spaventati dalle conseguenze della rivelazione. Ma con il passare degli anni, le due famiglie hanno legato talmente tanto da diventare praticamente una cosa sola. Basti pensare che Caterina e Melissa hanno condiviso non solo la stessa classe, ma anche lo stesso banco, fino alla maturità.

Un rapporto che è proseguito anche all’Università, precisamente a Chieti, dove si sono iscritte a Scienze dell’Educazione. Marinella ha altre due figlie, Lea, 29enne infermiera a Venezia, e Perla, 27 anni, educatrice per minori dopo la laurea conseguita sempre a Chieti. Gisella ha anche un’altra figlia, Sofia. Cinque donne, che amano stare insieme, spesso anche con i loro partner.

Una storia straordinaria, da rivivere per intero nel film “Sorelle per Sempre”.


Vuoi rimanere aggiornato su tutte le ultime news? Seguici anche su Instagram cliccando qui e su Google News cliccando qui





Di roberto