Mer. Nov 23rd, 2022

Beatrice Lambertini intervistata da NonSolo.tv in occasione dell’incontro di sensibilizzazione degli studenti con DSA

Lunedì 11 aprile 2022 si è svolto un incontro di sensibilizzazione attraverso i racconti di studenti con DSA (Disturbi Specifici dell’Apprendimento) presso l’Istituto Tecnico Economico G. B. Bodoni di Parma. Durante la giornata, sono intervenuti Catia Valentini, presidente della sezione AID di Parma, Elodie Borney e Ruggero Di Vincenzo, entrambi studenti al 3° anno di Scienze dell’Educazione e dei Processi Informativi e membri del gruppo giovani ADI nazionale, Lara Rossi, studentessa universitaria e Giorgia Ielasi, che è al primo anno Scienze dell’Educazione e dei Processi Informativi a Parma. Tra gli ospiti dell’evento, era presente anche Beatrice Lambertini, in arte Bea Lambe, cantante bolognese classe 2000 che si è presentata a X Factor 2020 con Superpotere, un brano autobiografico che racconta la sua dislessia. Noi di NonSolo.Tv abbiamo colto l’occasione di farle qualche domanda su come ha vissuto il suo “superpotere” negli anni scolastici e sulla sua attuale passione per la musica.

Ciao Bea, ci racconti un po’ come la musica è diventata un tuo modo di sensibilizzare la dislessia?

Ciao a tutti, credo che la dislessia non sia una malattia, ma semplicemente una caratteristica che qualcuno può avere. Il momento in cui ho svoltato nella mia vita è stato quando ho capito che la dislessia non era una mia debolezza, ma un mio punto di forza. Infatti, sono discalculica, ho difficoltà con i numeri e in matematica sin da quando frequentavo le scuole elementari. Poi, con il passare del tempo ho capito che la musica mi ha aiutato perché riuscita a esprimere le mie emozioni e quindi quando non riuscivo a dire qualcosa parlando lo facevo scrivendo un testo di una canzone. Il brano che parla di tutto questo e che ho scritto intorno ai miei 18 anni, s’intitola Superpotere e racconta che le persone che hanno un DSA non hanno un difetto, ma, una caratteristica e che ognuno di noi è speciale sia che siamo dislessici o no. Tutti abbiamo un superpotere e qualcosa in cui incanalare i nostri talenti e punti di forza. Tutti noi abbiamo un super potere e le nostre passioni che dobbiamo perseguire perché ci dona gioia e voglia di vivere.

Hai mai avuto difficoltà a scrivere testi?

No, non ho mai avuto tanta difficoltà a scrivere testi perché sono discalculica e trovo difficoltà nei numeri. Oltre ai numeri, nella musica per me è stato difficile scrivere sullo spartito e, infatti, quando ho dovuto imparare il pianoforte, che uso per accompagnarmi, è stato complicato anche scrivere poche note. Lo sparito è un linguaggio che non riesco a comprendere velocemente, nel senso che devo starci tanto per capirlo. Quindi, per imparare qualcosa sullo spartito devo studiarlo tanto per molto tempo e quando dovevo suonare il pianoforte, imparavo gli accordi e le note a memoria. Infatti, ho una memoria fotografica e questo mi rende tutto più semplice.

Quindi, a imparare tutte le note e gli accordi a memoria dovresti essere proprio bravissima.

Beh comunque non sono una pianista e il pianoforte e lo uso proprio per accompagnarmi. Mi sto ancora allenando perché quello che mi piace fare è scrivere le canzoni, ma le scrivo di getto sedendomi al pianoforte. Poi suono qualche accordo e avendo già l’argomento di cui voglio trattare, butto giù parole e melodie per realizzare una canzone.

Che cosa consiglieresti ai ragazzi che vorrebbero intraprendere il tuo percorso musicale e che ricevono molto spesso critiche perché non ce la potrebbero mai fare secondo alcuni?

Dico a questi ragazzi di non mollare e di perseguire sempre le loro aspirazioni. Poi, vorrei dire che se loro aspirano a intraprendere una carriera musicale che ognuno di noi ha un proprio percorso per riuscire a raggiungere quella meta. Quindi, ciò che ha funzionato per me magari non è adatto per altri e il mio consiglio è di provare a trovare il loro metodo per imparare. Io ad esempio ho trovato un mio metodo come imparare gli accordi a memoria e per loro magari può essere qualsiasi altra cosa. Ognuno di noi impara in modo diverso anche per scrivere una canzone e come dico nel mio brano Superpotere, intendo che ognuno di noi è speciale a modo proprio e ha un proprio modo di vedere il mondo. Spero che ognuno di noi trovi la sua maniera di vedere il modo in modo tale che venga voglia di inseguire e realizzare i suoi sogni e coltivare le sue passioni.

Quali progetti hai in cantiere ora?

Dopo Superpotere, ho fatto uscire un singolo che s’intitola Squali. E’ un brano che non tratta di squali nel senso dell’animale vero e proprio, ma di quelle persone che ci vogliono bloccare nel raggiungimento dei nostri sogni. Quindi, in questa canzone dico “questo è un mondo di squali ma io so nuotare” che vuol dire che nonostante ci siano queste persone che cercano di bloccarci, dobbiamo comunque cercare il nostro modo di nuotare e di raggiungere i nostri obiettivi. Dopo Squali, ne sto scrivendo altre che sono una sorpresa per tutti e quindi ora sono in fase di creazione. Non vedo l’ora di poter condividerle con il pubblico. Rimanete in attesa perché ne vedrete delle belle!

 

 

 

 

 

 

 


Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per seguire NonSolo.TV su Instagram
Clicca qui per seguire NonSolo.TV su Google News
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram