Nadia Toffa torna a parlare del cancro: “Sorrido alla vita”

12 Marzo 2018 Off Di Stefano T. Vilardo
Nadia Toffa torna a parlare del cancro: “Sorrido alla vita”

Nadia Toffa “Personaggio bresciano dell’anno 2018”

Nadia Toffa torna a parlare del tumore, ora superato, che l’ha afflitta nei mesi scorsi. E ha scelto proprio la sua città natale, Brescia, dove ha ritirato il premio “Personaggio bresciano dell’anno 2018”. Dopo il malore dello scorso dicembre, la conduttrice e inviata de Le Iene è rimasta lontana dai riflettori per circa due mesi, senza svelare quello che le era successo. Solo al suo ritorno dello scorso 11 febbraio, ha svelato di aver combattuto contro un cancro ammettendo di essersi sottoposta a cicli di chemioterapia e radioterapia, tanto da essere oggi costretta a portare una parrucca. Queste le sue parole alla consegna del premio a Brescia.

“Nella vita succedono tante cose. Ho combattuto come fanno tutti, non me ne vergogno. Mi sono sentita di lanciare quel messaggio di energia e forza perché io sono fatta così. Ci ho pensato bene perché rispetto chi vive le cose diversamente. Ho avuto molti messaggi da “addetti ai lavori” che hanno apprezzato il mio approccio, il dolore fisico è da rispettare certo, ma non c’è nulla di cui vergognarsi. E non si giudica mai il dolore degli altri. Io sono fatta così: sorrido alla vita perché il mio carattere è solare, m’impegno e non mollo davanti a niente perché noi bresciani siamo fatti così.”

Nadia Toffa, il messaggio per le donne

La Toffa ha spiegato, poi, perché ha deciso di parlare pubblicamente, ma solo dopo che il tumore era stato rimosso da un’operazione e chemio e radio erano state portate a termine.

“E da allora sono sommersa da mail di persone che mi raccontano la loro esperienza e mi dicono di aver trovato energia dalle mie parole. È stata una scelta: ho deciso di raccontare tutto davanti al mio pubblico, a casa mia, con il sorriso. Prima, però, ho preferito finire la terapia, per evitare i paparazzi.”

Infine, la Toffa ha lanciato un messaggio importante per le donne, con un consiglio:

“Le donne devono prendere coraggio, e non è facile: mobbing, discriminazioni sul lavoro e licenziamenti. Sono orgogliosa che le donne si sentano ben rappresentate da me. Penso ci sia bisogno che alle donne venga dato ciò che spetta loro. Secondo me siamo pronte anche per ruoli di rilievo, anche in politica. Il segreto per emergere? Lavorare e studiare: fare lavoretti, colloqui di lavoro. È più complesso se dopo l’università ti metti a fare i colloqui. Il consiglio è mettersi alla prova prima”.


Vuoi rimanere aggiornato su tutte le ultime news? Seguici anche su Instagram cliccando qui e su Google News cliccando qui