Barbara D’Urso, il ritorno in prima serata racconato al Corriere

3 Aprile 2018 Off Di Stefano T. Vilardo
Barbara D’Urso, il ritorno in prima serata racconato al Corriere

Barbara D’Urso, al Corriere racconta il suo imminente ritorno in prima serata

ùA poche settimane dall’inizio della nuova edizione classica del Grande Fratello Barbara D’Urso si racconta al Corriere della Sera. La conduttrice per eccellenza del daytime di Canale 5, infatti, si ritroverà con ben tre programmi in contemporanea da mandare avanti.

Chiara Maffioletti, del corriere, chiede subito “E’ vero che Mediaset l’ha corteggiata a lungo per farla accettare?

«Sì, l’azienda me lo ha chiesto a settembre e io ho detto: “No, no, no”. A dicembre, per questo, avevo ribadito in diretta nel mio programma, che ringraziavo, ma che non avrei condotto il Grande Fratello. In questi mesi ho anche sentito Barbara Palombelli; le dicevo: “Fallo tu”. E lei: “No, devi farlo tu”. Alla fine ho capitolato».

Perché ha esitato tanto?

«Perché ho veramente tanta paura oltre che molte cose da fare. Nel mentre, in questo periodo, ho anche doppiato un cane, divertendomi moltissimo, del film Show dogs, che uscirà nei cinema a maggio. Ad ogni modo, ho esitato tanto perché tornare a condurre un programma — che all’epoca era stato un grandissimo successo e che mi era spiaciuto molto lasciare — dopo 15 anni non era una sfida facile. E’ anzi qualcosa di molto complicato per me. Ma quando mi sono convinta, sono entrata con le mie idee: con tutti gli autori c’è grande sintonia. Posso dire che stiamo cercando storie più che concorrenti e che, oltre ai ragazzi sconosciuti, ce ne saranno altri non famosi, ma in parte già noti…».

Sul ritorno in prima serata, la stessa D’Urso rivela di viverlo “a fasi alterne”:

«In generale ho una paura assurda perché non faccio quel tipo di trasmissione da tanto, tanto tempo. So che sono istintiva, e va bene. Ma non è facile. Per questo sono spaventata. Ma se poi mi butto ci metto testa e cuore, al cento per cento».

Fa così anche nella vita a telecamere spente?

«Io sono così. Piaccia o no, ma sono proprio così. Nel bene e nel male. Alla fine questa è stata una scelta. L’azienda mi aveva proposto di condurre anche una trasmissione sui Mondiali, ma tutto non potevo fare, e dunque ho seguito questo istinto».


Vuoi rimanere aggiornato su tutte le ultime news? Seguici anche su Instagram cliccando qui e su Google News cliccando qui