Lutto Nazionale, giornalista TG1 indossa il crocifisso e il web si divide

18 Agosto 2018 Off Di Stefano T. Vilardo
Lutto Nazionale, giornalista TG1 indossa il crocifisso e il web si divide

Lutto Nazionale, la giornalista Marina Nalesso indossa il crocifisso

I recenti fatti di cronaca che hanno interessato il capoluogo ligure e la proclamazione del lutto nazionale per la giornata di oggi hanno indotto i grandi networks televisivi, in primis Mediaset e Rai a stravolgere i loro palinsesti e soprattutto a rinunciare per una giornata alle inserzioni pubblicitarie (per la prima volta nella storia anche per una tv commerciale come Mediaset).

Il lutto nazionale si è dimostrato con tanto di grafiche su schermo che hanno mostrato il fiocco nero su tutte le emittenti Mediaset e Rai. A stringersi al dolore dei familiari delle vittime anche i giornalisti che hanno indossato tutti abiti neri.

A distinguersi, tra questi, Marina Nalesso. La conduttrice del Tg1 ha deciso di indossare il crocifisso al collo, durante la messa in onda del telegiornale. Non  si è trattato della prima volta, già mesi fa la giornalista aveva indossato il simbolo religioso.

L’azione ha diviso i telespettatori tra chi è d’accordo sulla scelta di portare un simbolo religioso in evidenza, esprimendo apertamente la propria fede, e chi la reputa una mancanza di rispetto nei confronti di parte dei telespettatori.

In un’intervista rilasciata a Cristiani Today qualche mese fa ha dichiarato:

“Sono felice perché io, umilmente, sono stata semplicemente lo strumento e l’occasione per parlare di Lui. Questo per me è il più grande simbolo d’amore e segno d’amore che esista al mondo, il simbolo di colui che ha dato la sua vita per la nostra salvezza. Quando una persona dà la vita per salvare un’altra vita, noi giornalisti lo innalziamo come eroe e santo. Ma non capiamo che c’è stata una persona che ha dato la sua vita per la nostra salvezza.”


Vuoi rimanere aggiornato su tutte le ultime news? Seguici anche su Instagram cliccando qui e su Google News cliccando qui