Ven. Gen 27th, 2023

Anche stavolta Netflix, la celebre piattaforma specializzata nella distribuzione via Internet di film, serie televisive e altri contenuti d’intrattenimento, è riuscita a sorprenderci con un nuovo gioiello del genere Sci-Fi, la serie animata “Love Death & Robots“, diretta da Tim Miller, il regista di “Deapool 1

La serie, formata da diciotto episodi estremamente corti (si passa dai 7 ai 17 minuti, sigla e closing credits inclusi), tratta i più svariati argomenti del genere fantascientifico, paranormale e occulto,aggiungendo più e più volte tocchi di Horror e Erotismo (da qui viene il Love del titolo).

Sebbene possa sembrare un “Black Mirror” fatto al computer e senza attori in carne ed ossa (fatto tra l’altro non vero, visto che in una puntata sono presenti persone reali che interagiscono con i protagonisti digitali), “Love Death & Robots” è di più, molto di più.

Vista la brevità degli episodi, i personaggi danno il meglio di sé in pochi minuti, risultando fin da subito carismatici e profondi, provocando nello spettatore numerose reazioni, sia positive che negative. Le emozioni sono il perno della trama, non la tecnologia, spesso si arriverà a credere che si sta guardando una parte di un romanzo molto più grande, visto che la trama di ognuno di questi episodi potrebbe tranquillamente divenire una serie a sé.

“Love Death & Robots” rappresenta il primo esperimento di Miller nel mondo dell’animazione e a giudicare da ciò che ho visto, il proverbio “Il buongiorno si vede dal mattino” risulta calzare a pennello al lavoro del regista statunitense.

Lorenzo Carbone


Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per seguire NonSolo.TV su Instagram
Clicca qui per seguire NonSolo.TV su Google News
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram


Di Lorenzo Carbone

31 anni, genovese e mugugnone come è giusto che sia, insegnante di italiano, impiegato e nerd incallito. Pseudo scrittore di 3 libri.