Xbox Series X, tutto quello che c’è da sapere sulla nuova console Microsoft

18 Dicembre 2019 Off Di Mario Barba
Xbox Series X, tutto quello che c’è da sapere sulla nuova console Microsoft

La prossima console di Microsoft, la Xbox Series X, arriverà alla fine del 2020.

La console di nuova generazione promette di offrire ai giocatori una grafica migliorata, tempi di caricamento più rapidi e più opzioni di connettività, insieme a una manciata di altre caratteristiche interessanti.

Mentre mancano diversi mesi al lancio di Xbox Series X, Microsoft ha già rivelato una quantità sorprendente di informazioni sulla console, tra cui il nome, il design e persino i primi lanci di giochi.

Quanto costerà la nuova Xbox Series X?

Precedentemente noto come Project Scarlett, il nome ufficiale della console è Xbox Series X. Microsoft ha annunciato il nome (e altri dettagli) ai Game Awards annuali in una mossa che ha scioccato i fan e i media.

Probabilmente non avremo una data specifica fino al suo annuncio ufficiale, ma possiamo essere abbastanza certi di un lancio di novembre. Perché novembre? Guardando alla data di uscita delle console precedenti, la prima Xbox è stata lanciata il 15 novembre, la Xbox 360 e la Xbox One sono state entrambe lanciate il 22 novembre e la Xbox One X è stata resa disponibile il 7 novembre.

Saremmo sorpresi se Microsoft avesse infranto questa tendenza per qualcosa di diverso da un’uscita di fine ottobre. Dopo tutto, una console nuova di zecca è sempre un regalo gradito per Natale.

Il prezzo saranno un elemento importante del successo commerciale della Series X. Nonostante non sappiamo esattamente quanto costerà la console (o le console), Microsoft promette di non ripetere gli stessi errori commessi con la Xbox One.

Direi che un insegnamento che abbiamo tratto dalla generazione Xbox One è che non ci faremo trovare sprovvisti sulla potenza o sul prezzo“, ha detto Phil Spencer, capo indiscusso di Xbox, in un’intervista con ‘The Verge‘.

Quando la Xbox One è stata lanciata, è stata venduta con un disco rigido da 500GB, un controller e un sensore Kinect per un incredibile prezzo di 499 euro. Questo ha reso la Xbox One 100 euro più costosa della PS4 . Ci aspettiamo un range di prezzo compreso quindi tra i 350 e i 550 euro.

Doppia console all’uscita?

Microsoft ha rivelato il nome della console e ha persino mostrato il design, ma non ha confermato le specifiche tecniche; nonostante questo proviamo comunque ad immaginare cosa possa contenere concretamente al suo interno.

Prima di entrare nei dettagli, vale la pena di ricordare che alcune voci sostengono che ci saranno non solo una, ma due versioni separate della prossima Xbox: una di fascia bassa soprannominata “Lockhart” e un modello premium internamente chiamato “Anaconda“.

Volevamo realizzare un upgrade importante dalla Xbox One base. Se facciamo due conti, siamo a oltre otto volte la potenza della GPU di Xbox One e due volte quella di Xbox One X“, ha affermato il capo di Xbox in un’intervista rilasciata a ‘GameSpot‘.

Passando alle notizie ufficiali, la Xbox Series X sarà dotata di un processore AMD Zen 2 personalizzato con una GPU Navi che supporta il ray-tracing, frame rate fino a 120 fotogrammi al secondo, supporto di risoluzione 8K e la memoria GDDR6 più veloce, insieme a velocità di aggiornamento variabile.

Non conosciamo i componenti esatti che alimentano la console (o le console) ma i rapporti suggeriscono che avrà un chip a otto core con 16GB di RAM, 13GB dei quali saranno destinati ai giochi (gli altri 3GB andranno al sistema operativo).

Spencer ha inoltre aggiunto a ‘Gamespot‘ che Microsoft vuole che Series X possa far girare i giochi a 4K di risoluzione e 60 fotogrammi al secondo.

Il Ray Tracing potrebbe essere fondamentale per rendere i giochi di nuova generazione più belli che mai. Per coloro che non hanno familiarità, il ray tracing è una tecnica di rendering che simula il modo in cui la luce rimbalza su un oggetto. Il risultato sono effetti di luce e ombre che sembrano praticamente fotorealistici.

Infine, la serie Xbox X utilizzerà un SSD personalizzato che si dice sia 40 volte più veloce di quello dei modelli attuali. Si parla di un’unità SSD NVMe abbastanza veloce da rendere i tempi di caricamento un ricordo del passato.


Vuoi rimanere aggiornato su tutte le ultime news? Seguici anche su Instagram cliccando qui e su Google News cliccando qui