“Non ce ne frega un c***o se ci saranno milioni di morti, ma anzi ci godiamo”: trio registra video hard in pubblico e viene denunciato

1 Aprile 2020 Off Di NonSolo.Tv
“Non ce ne frega un c***o se ci saranno milioni di morti, ma anzi ci godiamo”: trio registra video hard in pubblico e viene denunciato

Si fanno chiamare Dollscult Satanic Family e pubblicano copiosi video di prestazioni erotiche dove un ragazzo e due ragazze si danno vicendevole piacere.


Vuoi rimanere aggiornato su tutte le ultime news? Iscriviti al nostro canale Telegram!

E seguici anche su Instagram cliccando qui e su Google News cliccando qui


Fin qui, niente di troppo anormale, nei tempi del porno gratuito online.

Anche perché si tratta di prestazioni erotiche non troppo estreme.

Ciò che sì è estremo e sta facendo passare loro i guai è stato il fatto che in questi tempi di lockdown i tre si davano da fare in pubblico, in spregio all’obbligo di stare in casa.

In uno dei video i tre si filmano in auto mentre si danno da fare davanti al comando della Municipale, apostrofata così – in inglese: “È così che passiamo la quarantena. Sbirri di m****a!”

In un altro video ancora, la provocazione non si limita alle forze dell’ordine: “Non solo non ce ne frega un c***o se ci saranno milioni di morti, ma anzi ci godiamo pure. Del vostro genere umano del c***o non ce ne frega nulla, dovete crepare uno per uno s******i di m***a”.

In altri video ancora fanno sesso in pubblico, mostrandosi ai passanti e poggiandosi su un’automobile.

Ma proprio l’automobile ha tradito il trio: dalla targa dell’automobile la polizia è risalita subito al protagonista.

I tre (un 38enne cesenate residente a Rimini, una 32enne della provincia di Frosinone e una 31enne palermitana – conviventi – che data la parvenza decisamente più giovanile hanno creato su di loro una storia ad alto tasso erotico) dovranno rispondere di atti osceni in luogo pubblico, oltraggio a pubblico ufficiale e diffamazione a mezzo stampa.

Quantomeno, secondo quanto riferito dagli agenti, i tre “si sono rammaricati delle probabili conseguenze negative non ponderate nelle loro azioni”.

La notizia ha fatto il giro del web (a partire dall’edizione bolognese di Repubblica) e – a fronte di una denuncia – il trio ha sicuramente guadagnato ulteriormente fama.

Anche perché trovare i loro video (cercando solamente Dollsut) è abbastanza semplice.