Ronaldo e la puzza di alcol nello spogliatoio: il racconto di Fabio Capello

20 Maggio 2020 Off Di NonSolo.Tv
Ronaldo e la puzza di alcol nello spogliatoio: il racconto di Fabio Capello

Un ennesimo caso di genio e sregolatezza applicato al mondo del calcio.


Vuoi rimanere aggiornato su tutte le ultime news? Iscriviti al nostro canale Telegram!

E seguici anche su Instagram cliccando qui e su Google News cliccando qui


E’ quello legato a Luis Nazario da Lima, Ronaldo – fuoriclasse assoluto prima dei Cristiano Ronaldo e dei Messi.

L’immagine di un talento sregolato è quella che emerge dal ritratto tratteggiato da Fabio Capello, suo allenatore ai tempi del Real Madrid nel 2006.

“Il più grande talento che ho allenato è stato Ronaldo, il ‘Gordo’. Ma allo stesso tempo è stato quello che mi ha creato più problemi all’interno dello spogliatoio”: ha dichiarato Don Fabio a ‘Sky Sport’.

Parole molto lusinghiere, ma anche critiche: “Era solito organizzare delle feste. Una volta Van Nistelrooy mi ha detto ‘Mister, ma qui negli spogliatoi si sente puzza di alcol’. Poi, quando si è trasferito a Milano, abbiamo iniziato a vincere. Ma se parliamo di talento, è stato il più grande, senza dubbio“.

E pensare se al talento avesse associato una maggiore etica del lavoro…