Gio. Giu 17th, 2021
Kiss

Addio a BOB KULICK, chitarrista straordinario, compositore e produttore americano che ha collaborato con molti artisti specialmente tra gli anni ‘70 e ‘90.

Ci lascia all’età di 70 anni.

Stile, gusto, tecnica, e una grande professionalità, un artista completo, di quelli che lavorano duro pur non amando le luci della ribalta… Bob era un artista a tutto tondo, che metteva tutto sé stesso nella musica.

Membro d’onore della KISS family, non solo in quanto fratello maggiore di Bruce (che lui stesso, per ironia della sorte, aveva “raccomandato” ai Kiss come sostituto di Mark St John nel 1984), ma anche come collaboratore stretto di Paul Stanley, Bob è stato impegnato “in incognito” con il quartetto newyorchese specialmente in studio (facendo le veci di Ace Frehley, allora troppo distratto dalla fama) su alcuni dischi a cavallo tra fine anni ’70 e primi ’80 (di sicuro sugli inediti di “Alive II” e “Killers”, e sugli album “Unmasked” e “Creatures Of The Night”).

E proprio il fratello minore Bruce ha dato la notizia della scomparsa sui social: “Ho il cuore spezzato di dover condividere la notizia della scomparsa di mio fratello Bob Kulick. Il suo amore per la musica e il suo talento di musicista e produttore dovrebbero sempre essere celebrati. So che ora è in pace, accanto ai nostri genitori, e me lo vedo lassù che suona la sua chitarra più forte che mai”.

Anche la band dei Kiss sui social ha espresso le condoglianze per la scomparsa del rocker: “Abbiamo il cuore spezzato. Le nostre più sentite condoglianze alla famiglia Kulick in questo momento difficile”.


Vuoi rimanere aggiornato su tutte le ultime news? Seguici anche su Instagram cliccando qui e su Google News cliccando qui