Uomini assunti per fantasia sessuale sbagliano casa armati di machete

1 Giugno 2020 Off Di Flavia Nicolosi
Uomini assunti per fantasia sessuale sbagliano casa armati di machete

Una fantasia sessuale è finita male.

Due uomini sono stati assoldati per legare uno sconosciuto in mutande e accarezzarlo con una scopa, ma hanno fatto irruzione nella casa sbagliata.

La coppia era armata di machete come parte del gioco di ruolo, organizzato su Facebook da un uomo che vive in una zona rurale del New South Wales, in Australia.

Quest’ultimo aveva fornito il suo indirizzo alla coppia assunta dichiarando di essere disposto a pagare $ 5.000, qualora il ‘lavoretto’ sarebbe stato fatto bene.

Uno degli uomini, Terrence Leroy, è stato assolto dall’entrare in casa armato: il giudice ha dichiarato di non aver escluso la ragionevole possibilità di entrare in un appartamento per realizzare una fantasia sessuale.

“Trasportavano i machete come oggetti di scena o qualcosa da usare in quella fantasia”, ha detto il giudice nelle sue ragioni pubblicate per l’assoluzione all’inizio di questo mese. “La fantasia era senza sceneggiatura e c’era discrezione su come sarebbe stata eseguita”.

L’aspirante cliente, che voleva essere legato e avere un manico di scopa strofinato nelle mutande, “era solito a coinvolgere altre persone nelle sue fantasie”, ha dichiarato un agente di polizia.

Il qui pro quo ha avuto luogo perché l’uomo si è trasferito in un altro indirizzo a 50 km di distanza senza aggiornare i due uomini.

L’irruzione nella casa sulla strada dell’indirizzo originale è avvenuta il 14 luglio dell’anno scorso.

Il residente che viveva lì notò un po ‘di luce proveniente dal suo salotto quando si alzò per andare in bagno verso le 6 del mattino, e suppose che fosse un amico che veniva ogni giorno a preparare il caffè.

Dopo aver sentito una voce chiedere se il suo nome era quello del cliente designato, il residente accese la luce sul comodino, si tolse la maschera per l’apnea notturna e vide due uomini in piedi accanto al suo letto con i machete puntati verso il suolo.

I due uomini dopo aver realizzato il loro errore, si sono affrettati ad andare via con uno che diceva “scusa amico” e stringeva la mano del residente, secondo i rapporti locali.

Decisero di dirigersi quindi verso l’indirizzo corretto, dove il cliente notò che un uomo aveva un “grosso coltello” nei pantaloni e chiese loro di lasciare le armi in macchina. Il cliente ha quindi cucinato pancetta, uova e noodles e poco tempo dopo, la polizia è arrivata alla proprietà, ha trovato i machete in macchina e ha arrestato la coppia assunta.

Il giudice ha stabilito che le prove non suggeriscono che le azioni degli uomini siano intenzionali.

L’avvocato di Leroy ha dichiarato: “È stato un accordo commerciale legare e accarezzare un uomo seminudo in mutande con una scopa. L’ingresso non era con l’intenzione di intimidire”.


Vuoi rimanere aggiornato su tutte le ultime news? Seguici anche su Instagram cliccando qui e su Google News cliccando qui