Pornostar fermata dalla polizia perché parla di George Floyd in volo

3 Giugno 2020 Off Di Flavia Nicolosi
Pornostar fermata dalla polizia perché parla di George Floyd in volo

L’omicidio del giovane afroamericano George Floyd ha scatenato una rivolta globale contro il razzismo praticato dalla polizia americana; queste proteste si svolgono proprio dappertutto.

Un’attrice porno australiana è stata scortata dalla polizia da un volo tra due città americane, dopo essersi alzata durante il volo ed aver espresso le sue opinioni sulle proteste di George Floyd che interessano gli Stati Uniti.

Elle Knox, 28 anni, stava volando tra Houston e San Francisco prima di salire a bordo di un volo per Sydney mercoledì.

In un video pubblicato su Twitter, la 28enne ha dichiarato di aver deciso di cogliere l’occasione per rivolgersi a 300 persone in cabina ed esprimere le sue opinioni politiche a bordo dell’aereo.

La pornodiva ha affermato: “Mi sono alzata e ho detto” Questo non è il mio paese, sono australiana. Ma ho notato che la vostra democrazia è minacciata”.

Miss Knox, che spesso condivide immagini senza veli sui social media per i suoi fan, afferma che le è stato detto che “non poteva fare dichiarazioni politiche sui voli della United Airlines”, affermazione a cui ha risposto che la sua dichiarazione “era una dichiarazione sui diritti umani“.

“Mi è stato detto di aver messo paura delle persone quando ho fatto il mio discorso”, ha detto. “Anche se tutti mi hanno applaudito quando sono stata scortata”.

La porno star ha quindi pubblicato un video su Twitter in cui sembrava viene interrogata dai funzionari dell’aeroporto e ha raccontato la sua versione degli eventi.

Nella clip, dice: “Ho poi aggiunto che il gas lacrimogeno è vietato nelle zone di guerra ma viene utilizzato dai civili per strada. I proiettili di gomma non sono fatti per i combattimenti ravvicinati ma vengono utilizzati per i civili per strada, le donne incinte vengono colpite e le persone hanno perso gli occhi”.


Vuoi rimanere aggiornato su tutte le ultime news? Seguici anche su Instagram cliccando qui e su Google News cliccando qui