Watch Dogs Legion: milioni di personaggi giocabili… tutti uguali!

13 Luglio 2020 Off Di Mario Barba
Watch Dogs Legion: milioni di personaggi giocabili… tutti uguali!

Gli NPC sono stati una parte importante dei primi due giochi di Watch Dogs; le loro storie e i loro frammenti biografici apparivano quando si scansionava chiunque nel mondo di gioco. Ma in Watch Dogs Legion, Ubisoft sta prendendo questo potenziale e lo sta espandendo in una parte centrale del gioco – o almeno, ci sta provando.

L’idea è semplice: tutti quegli NPC, con tutti i loro punti di forza e di debolezza, sono ora dei veri e propri personaggi giocabili che possono essere reclutati come parte del vostro esercito hacktivista. Hai bisogno di intrufolarti in un cantiere? Recluta un operaio edile che possa intrufolarsi senza essere scoperto. E con i personaggi generati in modo procedurale, Ubisoft dice che il numero di potenziali reclute varia nell’ordine dei milioni.

Purtroppo Ubisoft ha ancora molto lavoro davanti per differenziare i suoi miriadi di personaggi l’uno dall’altro. Una delle reclute, una spia anziana, si occupa esattamente delle stesse cose di un giovane e vivace killer a pagamento o di un hooligan del calcio. Le differenze principali sono i due o tre vantaggi che ogni personaggio ha in dotazione e il suo gadget di default.

Ci sono archetipi chiari: gli operai edili hanno tutti una sparachiodi, una chiave inglese e un drone da carico, mentre le spie hanno una pistola silenziata e un’auto stile James Bond, che può essere richiamata nella posizione in cui ci si trova dotata di missili e funzione di invisibilità.

Ubisoft spinge anche i giocatori a reclutare particolari NPC. La maggior parte dei personaggi casuali che si trovano a passeggiare presentano piccoli vantaggi, nessun beneficio, o anche caratteristiche puramente dannose (come l’essere fuori forma o il bere pesantemente, che presentano tangibili svantaggi nel gioco). Altri personaggi – verso i quali il gioco indirizzerà i giocatori evidenziandoli occasionalmente nel mondo di gioco – sono chiaramente personaggi “principali” con vantaggi e abilità utili come armi uniche, abilità di hacking migliorate o vantaggi nel combattimento e nella furtività.

Anche con queste differenze, il sistema dei personaggi è piuttosto limitato in quello che si può effettivamente fare con esso. Potete selezionare e passare da un personaggio all’altro quando volete, ma così facendo ricaricherete il gioco (e ripristinerete la vostra missione all’ultimo checkpoint). Se il vostro personaggio “morirà” sarà trattenuto o ricoverato in ospedale, passando ad un altro personaggio e impostando un timer di circa 20-30 minuti prima di poterlo utilizzare di nuovo. (Legion offre una modalità opzionale permadeath che in teoria alza la posta in gioco, ma non è ancora chiaro in che modo funzioni).

Il tutto sembra essere molto meno ambizioso rispetto alla visione originale del gioco che Ubisoft aveva mostrato all’E3 2019. La versione iniziale aveva diverse classi di personaggi (esecutori, hacker e infiltrati) che eccellevano in diversi compiti e un sistema di progressione con livelli di personaggi che avrebbero sbloccato nuove abilità nel tempo – elementi più profondi che sono stati poi tagliati dalla versione finale.


Vuoi rimanere aggiornato su tutte le ultime news? Seguici anche su Instagram cliccando qui e su Google News cliccando qui