Febbre da cavallo e Febbre da cavallo – La mandrakata: affinità e divergenze tra i due film

18 Luglio 2020 Off Di Annarita Faggioni
Febbre da cavallo e Febbre da cavallo – La mandrakata: affinità e divergenze tra i due film

Febbre da cavallo e Febbre da cavallo – La mandrakata sono due film di anni diversi, appartenenti entrambi alla commedia italiana. Il primo andrà in onda su Rai 3 alle ore 21.20.

Ecco quali sono le differenze e i punti in comune in entrambi i film.

Febbre da Cavallo (1976)

Diretto da Steno, il film è del 1976 e andrà in onda stasera su Rai 3 alle ore 21.20. I protagonisti sono Gigi Proietti (Bruno Fioretti – Mandrake), Enrico Montesano (Armando Pellicci – Er Pomata) e Francesco De Rosa (Felice Roversi).

I tre hanno problemi finanziari, ma anche il vizio dell’ippica. Dopo l’ennesima scommessa persa, la fidanzata di Mandrake chiede aiuto a una cartomante, che fa i nomi di 3 cavalli, notoriamente perdenti.

Gli amici decidono di scommettere sul favorito, invece, perdendo tutto. Mandrake truffa la fidanzata dicendo, invece, di aver vinto. Così, cerca di recuperare i soldi da Er Pomata (che lo aveva convinto a scegliere il favorito), che non si fa trovare.

Così, i tre ideano una truffa, sostituendo il cavallo perdente, ma la cosa finisce in tribunale. Anche il giudice, però, scommette e la fidanzata di Mandrake ha vinto la scommessa (puntando di nascosto). Quindi, tutti assolti e Mandrake si sposa.

Febbre da cavallo 2 – La mandrakata (2002)

Il film ritrova Gigi Proietti ed Enrico Montesano, negli stessi ruoli dove l avevamo lasciati. La regia è di Carlo Vanzina stavolta. In più, ovviamente le riprese sono diverse. Il film incassò al cinema 14 milioni di euro.

Mandrake si è separato dalla moglie e ha promesso alla sua nuova fiamma, Lauretta, di smetterla con le corse dei cavalli, ma senza successo. Ha trovato anche due nuovi compari squattrinati, l’Ingegnere e Micione.

Ne “La mandrakata”, Mandrake sostituisce due cavalli per favorire quello su cui scommette, Pokemon. Per ottenere i soldi per giocare, Mandrake chiama Er Pomata dall’Australia, dove l’uomo è fuggito dai debiti.

Con la truffa a un macellaio, i due riescono a ottenere solo 1000 euro. truffando un usuraio, la ex fiamma di Mandrake Aurelia riesce a ottenere 25mila euro per scommettere.

Il cavallo vince, ma la banda viene denunciata e perde tutti i soldi.

Differenze e affinità dei film

Nei due film, i protagonisti sono Gigi Proietti ed Enrico Montesano, sempre negli stessi ruoli, anche se anni dopo. Anche la colonna sonora, anche se arrangiata, è la stessa e ci collaborano gli stessi maestri.

Il nome che Er Pomata usa nel secondo film come notaio è lo stesso di un farmacista truffato nel primo film: Magalini.

Il secondo film ha avuto il Nastro D’Argento nel 2003. Le ambientazioni sono completamente diverse, così come i ruoli femminili. Nel primo, gran parte delle scene si svolge a Roma, con:

  • piazza d’Aracoeli,
  • piazza Margana;
  • ippodromo Tor di Valle;
  • Gran Caffè Roma.

Il secondo, invece, ha diverse ambientazioni, tra cui quella di Montecatini Terme. In più, mentre i due (Mandrake ed Er Pomata) sono alla pari nel primo film, nel secondo Er Pomata compare solo più avanti.

Leggi anche => Chi è Carlo Pedersoli Jr, nipote di Bud Spencer e artista marziale misto


Vuoi rimanere aggiornato su tutte le ultime news? Seguici anche su Instagram cliccando qui e su Google News cliccando qui