58enne lascia il ruolo di agente per darsi al porno. I suoi guadagni sono ottimi: “Mi fanno molti complimenti”

12 Ottobre 2020 Off Di roberto
58enne lascia il ruolo di agente per darsi al porno. I suoi guadagni sono ottimi: “Mi fanno molti complimenti”

Una donna di 58 anni ha lasciato il lavoro come agente di polizia per intraprendere una carriera molto diversa.

Bianca, che ha lavorato come poliziotta di pattuglia per 17 anni, ha aperto un ristorante poiché trovava il ruolo troppo “insoddisfacente”.

Ha gestito il ristorante per cinque anni, ma è stata costretta a chiuderlo a causa della bancarotta.

Per mantenersi finanziariamente a galla, la 58enne si è rivolta al mondo dell’intrattenimento per adulti.

La donna, che ha tre figli adulti e anche tre nipoti, ha spiegato la sua scelta al Daily Star Online: “Ero molto brava nel mio lavoro di poliziotta; il mio obiettivo principale era aiutare le persone e avevo molti doveri. Ho anche svolto attività investigativa, ma dopo 17 anni come ufficiale, me ne sono andata perché non era più soddisfacente; Non ero felice e avevo bisogno di cambiare vita”.

Bianca, che vive nella periferia di Montreal, in Canada, ha poi aggiunto: “Ho iniziato a lavorare come webcam girl nel 2012 per rimettermi in piedi finanziariamente dopo la chiusura del mio ristorante”.

Da quel momento in poi la donna ha cominciato a far parte di siti di webcam sempre più espliciti, decidendo di intervenire anche sul proprio fisico e intraprendendo un percorso da bodybuilder.

“Ricevo molti complimenti in webcam per il mio aspetto, il che è molto lusinghiero e le persone spesso mi dicono che non dimostro la mia età”.  Bianca ha anche un profilo sul sito di abbonamento per adulti OnlyFans.

“Alcune volte alla settimana, pianifico un servizio fotografico o una registrazione video per i miei follower su OnlyFans”, ha detto la donna,  che si allena regolarmente per mantenersi giovane ed è “molto consapevole” di ciò che mangia.


Vuoi rimanere aggiornato su tutte le ultime news? Seguici anche su Instagram cliccando qui e su Google News cliccando qui