Mer. Ott 20th, 2021

HTC ha annunciato una nuova serie di tracker per il suo headset di realtà virtuale Vive, tra cui uno che cattura le espressioni facciali e i movimenti della bocca.

Il Vive Facial Tracker si attacca all’headset Vive Pro. Utilizza due telecamere e un rivelatore a infrarossi per registrare i movimenti di labbra, guance e mascelle e poi li traduce in espressioni facciali virtuali.

HTC ha svelato un tracker facciale VR sperimentale nel 2019, e ha mostrato il prodotto all’inizio di questa settimana su Twitter. Fino ad oggi, però, HTC non aveva confermato un ampio rilascio commerciale. Il Facial Tracker supporta 38 movimenti facciali distinti, e gli utenti possono anche accoppiarlo con il Vive Pro Eye, una variante di Vive Pro con eye tracking integrato. Questo potrebbe effettivamente tradurre la maggior parte del volto di un utente su un avatar o in un sistema di motion capture.

C’è anche una nuova versione di terza generazione del tracker VR generico di HTC. I dischi di tracciamento delle dimensioni di appena un palmo sono il 33 per cento più piccoli e il 15 per cento più leggeri dell’ultima generazione, e HTC promette un aumento del 75 per cento della durata della batteria. Saranno potenzialmente in competizione con l’imminente Tundra Tracker – un’alternativa più piccola e basata su SteamVR che dovrebbe uscire quest’estate.

Questi moduli HTC offrono un tracking preciso e accurato per le parti del corpo che i sensori standard degli headset VR non catturano. Diverse esperienze sociali VR, per esempio, già stimano il movimento delle labbra delle persone in base al suono della loro voce. Ma il nuovo tracker facciale può catturare direttamente il modo in cui si muovono i loro volti, riflettendo espressioni come sorrisi e imbarazzo.

Sfortunatamente, il tracker facciale ha apparentemente una compatibilità limitata. È elencato come funzionante con la linea professionale Vive Pro, ma non con il più recente Vive Cosmos, orientato al pubblico. Come lo sviluppatore VR Olivier JT fa notare su Twitter, non sembra supportare neanche l’Index di Valve, un headset di fascia alta la cui configurazione hardware si sovrappone a quella del Vive Pro.

Nonostante questo, il face tracking potrebbe diventare una parte sempre più importante dell’attuale generazione di VR. Il CEO di Facebook Mark Zuckerberg ha detto all’inizio di questa settimana che la divisione VR di Facebook, Oculus, darà la priorità alla cattura del movimento degli occhi e delle espressioni facciali nell’hardware futuro, oltre a rilasciare avatar virtuali più realistici.


Vuoi rimanere aggiornato su tutte le ultime news? Seguici anche su Instagram cliccando qui e su Google News cliccando qui