Mer. Ott 20th, 2021
nvidia reflex

Un aggiornamento al Public Test Region (PTR) di Overwatch sta portando la tecnologia di riduzione della latenza di Nvidia, chiamata Reflex, all’interno del popolare titolo sportivo.

La tecnologia mira a ridurre la quantità di tempo tra quando si clicca con il mouse e quando si vede l’azione risultante sullo schermo, rendendo il gioco più reattivo. Il suo arrivo su Overwatch è stato annunciato a gennaio, ma ora è disponibile per i giocatori che possono accedere al PTR, e che dispongono degli ultimi driver Nvidia.

Se non siete stati in grado di mettere le mani su una delle ultime schede grafiche di Nvidia, c’è ancora speranza di provare Reflex su Overwatch – la tecnologia è stata annunciata insieme alle schede grafiche della serie 30, ma funziona anche su schede che risalgono alla serie GTX 900.

Nvidia ha una spiegazione incredibilmente approfondita su come funziona la tecnologia ma per spiegarla ai non addetti ai lavori è che il gioco lavorerà insieme alla GPU per assicurarsi che i fotogrammi siano fatti “just-in-time” per essere mostrati sul vostro monitor, quindi in teoria dovreste sempre vedere a schermo le ultime informazioni.

Per chi non lo sapesse la latenza può avere diverse origini, soprattutto quando si tratta di giochi online. Reflex non è stato progettato per aiutare a migliorare la latenza di rete, quindi se avete una cattiva connessione internet, Reflex non vi aiuterà a migliorare la vostra esperienza di gioco.

Ad ogni modo, se siete uno dei tester, probabilmente vale la pena accenderlo per provarlo e vedere se notate il miglioramento. Per tutti gli altri, è qualcosa da provare in un futuro aggiornamento.

Anche AMD ha sviluppato una caratteristica destinata a ridurre la latenza di input sulle sue schede grafiche, chiamata Radeon Anti-Lag, che può anch’essa essere attivata per Overwatch.


Vuoi rimanere aggiornato su tutte le ultime news? Seguici anche su Instagram cliccando qui e su Google News cliccando qui