Mer. Ott 27th, 2021

Dopo la semifinale Italia-Spagna, la famiglia di Alvaro Morata minacciata di morte, poiché “colpevole” di aver segnato contro gli Azzurri: interviene la moglie

Dopo la semifinale Italia-Spagna degli Europei 2020, Alvaro Morata e Alice Campello hanno ricevuto pesanti insulti e minacce di morte. Diversi leoni da tastiera su Instagram infatti si sono scagliati contro il calciatore spagnolo e la sua famiglia senza risparmiare i figli Leonardo, Alessandro ed Edoardo, poiché ha segnato contro gli Azzurri ai supplementari. In particolare, hanno attaccato pesantemente la Campello, accusandola di aver “tradito” le sue origini italiane perché sposata con un attaccante iberico. Messaggi assurdi e gravissimi che hanno costretto la moglie di Morata ad intervenire in modo tempestivo.

“Sinceramente non sto soffrendo per nessuno questi messaggi – ha esordito così la Campello, pubblicando qualche direct di Instagram – Non penso nemmeno che sia un fattore di ‘italiani’ ma di ignoranza. Se fosse successo ad una ragazza più fragile sarebbe stato un problema”. A quel punto, la moglie di Morata ha poi spiegato che il calcio dovrebbe essere uno sport di unione e non per scagliare cattiverie e insoddisfazioni verso le persone. Infine, ha chiosato il suo messaggio di replica così: “Spero che davvero in futuro si possano prendere dei provvedimenti seri per questo tipo di persone perché è vergognoso e inaccettabile”.

Anche Alvaro Morata è intervenuto sulla questione, spiegando in un’intervista rilasciata a Radio Cope di non essere riuscito a dormire la notte a causa delle continue vessazioni e minacce dopo la partita tra Polonia e Spagna degli Europei 2020. L’attaccante spagnolo classe 1993 ha inoltre spiegato che i “tifosi” dovrebbero immedesimarsi in chi subisce queste pressioni prima di esercitarle.


Vuoi rimanere aggiornato su tutte le ultime news? Seguici anche su Instagram cliccando qui e su Google News cliccando qui