Mer. Mag 18th, 2022

Veggente, poi donna showgirl: stiamo parlando di Paolo il Mistico, conosciuto poi con il nome d’arte Sveva Cardinale. Lei è Paola Catanzaro ed è stata condannata a 6 anni e mezzo a dicembre del 2021, dopo l’arrente avvenuto a gennaio del 2018, per i presunti raggiri ai danni di alcune vittime che avrebbero versato grosse somme di denaro in cambio di benefici divini mai ricevuti. L’ammontare sarebbe di circa 4 milioni di euro. Nei guai non solo Paola ma anche Francesco Rizzo, il marito di Catanzaro. Nell’ambito del processo furono emesse sette condanne.  Il pm aveva chiesto a carico dell’ex veggente una condanna a 10 anni. Questa sera, su Italia 1, andrà in onda lo speciale: ‘Le Iene presentano – Paolo Catanzaro: Da Mistico a Showgirl’. Lo speciale è presentato da Veronica Ruggeri e Alessia Rafanelli che si sono occupate già del caso durante le puntate dello show al mercoledì.

Le truffe di Paola

Dal 1992 al 2018, ossia da quando Paolo aveva solo 15 anni  mentre partecipava alla tradizionale processione di Ferragosto a Brindisi, avrebbe visto la Vergine Maria. Da quel giorno le apparizioni sarebbero divenute costanti: prima ogni 15 del mese, poi il 24. In pratica la Madonna gli si manifestava e gli lasciava dei messaggi da diffondere e delle preghiere da condividere. E così, Paolo celebrava delle messe in campagna alla presenza, inizialmente, di pochi fedeli. Poi aumentò la sua notorietà data da stampa e media locali. Ad aumentare, così, furono anche i devoti.

Successivamente Paolo ha deciso di prendersi una pausa dagli incontri di preghiera senza dichiarare ufficialmente la motivazione che lo ha spinto a questa scelta. Soltanto alcune persone, ossia degli eletti, costituiti da gente benestante che vivevano situazioni complicate a livello personale ed elargivano denaro in cambio di ricevere delle grazie hanno conosciuto i progetti dell’ex veggente.

Poi, nel 2014 Paolo non è più esistito. Infatti,  grazie a un’operazione chirurgica fatta in Thailandia, divenne una donna a tutti gli effetti. Il cambio di sesso è stato raccontato in vari salotti televisivi e Paola tentò di essere una showgirl vivendo nel lusso, nonostante dichiarasse di possedere poco.

L’arresto di Paola Catanzaro e del marito

Molte delle sue vittime iniziarono a prendere consapevolezza del raggiro tanto da rivolgersi al programma ‘Le Iene’, il primo a puntare il dito contro la coppia Cardinale-Rizzo. L’ex veggente di Brindisi Paolo, divenuto successivamente Paola Catanzaro (in arte Sveva Cardinale) prometteva guarigioni e salvezza di spirito e corpo in cambio di cospicue somme di denaro. Il 30 gennaio del 2018 la Guarda di Finanza ha arrestato Paola ed il marito Francesco Rizzo, con l’operazione “Reservoir dogs”, ovvero “Le Iene”.  L’accusa era di truffa aggravata e associazione a delinquere. La coppia ha trascorso più di un anno agli arresti domiciliari in attesa del processo. In seguito sono giunti tre anni di sorveglianza speciale con l’obbligo di rimanere a Brindisi, di non rientrare a casa dopo le 21 e a non uscire prima delle 6 di mattina. Non solo, perché è stata posta un”altra clausola nel provvedimento dai giudici: l’obbligo di cercare lavoro con un contratto, un reddito stabile e dichiarato.

 


Vuoi rimanere aggiornato su tutte le ultime news?
Seguici anche su Instagram cliccando qui, su Facebook cliccando qui e su Google News cliccando qui