Gio. Nov 2nd, 2023

The Nun è un film horror del 2018 che questa sera verrà riproposto in TV. Sapete dove è stato girato? Ve lo sveliamo noi!

The Nun – La vocazione del male è lo spin-off di “The Conjuring – Il caso Enfield” incentrato sul demone con sembianze di suora Valak. Prodotto da James Wan e Peter Safran ha ottenuto un enorme successo tra i fan del genere.

 

The Nun è stato girato in Romania tra la Transilvania e Bucarest ma molte riprese sono state effettuate nel paesino di Biertan, un luogo che da un lato offre una bellissima campagna e dall’altro grazie ai suoi palazzi gotici è perfetto non soltanto come location di film horror ma anche come sede del più famoso festival dell’horror della Romania, Luna Plina. In particolare le vicende si svolgono nell’abbazia di Santa Carta.

Viene da sé che è lo stesso luogo a creare un’atmosfera mistica, di suspance perfetta per immergersi nella finzione horror. La storia Infatti è liberamente ispirata alla fantasia del regista sebbene ci sia un fondo di verità. Infatti ad affascinare questa storia è stata la reale vicenda di una giovane suora che venne crocifissa dalle consorelle poiché si pensava fosse posseduta dal demonio.

The Nun – esiste un sequel?

 

The Nun – La vocazione del male, il film horror di Corin Hardy, è uscito nelle sale nel 2018 ed ha incassato ben $365,5 milioni di dollari in tutto il mondo a fronte di un budget di 20 milioni. Questo ha spinto alla creazione di un secondo capitolo.

The Nun 2 uscirà nelle sale l’8 settembre 2023.

Al momento ciò che sappiamo sul sequel del celebre horror è che rivedremo Sorella Irene alle prese con il demone Valak. L’ambientazione questa volta sarà nella Francia degli anni 50 e questo indizio può già darci un’idea di quale sarà lo sfondo in cui lo spettatore si immergerà.

 

Tra le maggiori novità che vedremo in The Nun 2 ci sarà la presenza di Storm Reid. L’attrice interpreterà una suora di colore e la sua presenza è stata fortemente voluta dal sceneggiatrice Akea Cooper. Fino ad ora il franchising di The Conjuring è stato composto da un cast con attori prevalentemente bianchi e portare un’attrice che sia rappresentante della black community è un passo importante. Questo soprattutto perché generalmente i neri ottengono ruoli di vittime o di cattivi nei film e la sua presenza potrebbe essere un vero e proprio riscatto.

Non ci resta dunque che attendere, nel frattempo perché non riguardare il primo capitolo? Buona visione!


Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per seguire NonSolo.TV su Instagram
Clicca qui per seguire NonSolo.TV su Google News
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram