Ven. Feb 2nd, 2024

Il film “Il ritratto del Duca,” presentato alla 77ª Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia nel 2020, è assolutamente da vedere. La trama si sviscera su una storia audace e insolita ispirata a fatti reali. Con Jim Broadbent ed Helen Mirren come protagonisti, il regista Roger Michell porta alla luce il misterioso caso di Kempton Bunton. Ecco cosa sappiamo della storia vera che si nasconde dietro questa pellicola. Diamo uno sguardo anche alla trama del film

La trama del film Il ritratto del Duca

La trama del film si basa sulla vita di Kempton Bunton, un sessantenne tassista in pensione che compie un gesto memorabile nel 1961: il furto del dipinto di Francisco Goya, “Ritratto del duca di Wellington,” dalla prestigiosa National Gallery di Londra.

Kempton Cannon Bunton (1904) emerge come una figura non comune nel panorama criminale. Originario del Regno Unito, Bunton era un pensionato disabile e autista di autobus disoccupato. Nel 1961, confessò di aver sottratto il dipinto di Goya dalla National Gallery. Secondo la sua versione, Bunton approfittò dell’occasione quando il sistema di sicurezza elettronico era temporaneamente disattivato per la pulizia, aprendo una finestra della toilette, entrando nella galleria e fuggendo con l’opera attraverso la stessa finestra.

La storia vera dietro al film del 2020

Qual è la storia vera dietro al film? Kempton Bunton morì a Newcastle upon Tyne nel 1976, e la sua morte passò quasi inosservata, senza necrologi sui principali giornali. “Il ritratto del Duca” non solo offre una commedia avvincente ma illumina un capitolo insolito della storia del crimine d’arte.

La storia di Bunton, un uomo comune compiendo un gesto straordinario, continua a suscitare curiosità su ciò che spinge le persone a compiere azioni così fuori dall’ordinario. Tra gli attacchi noti alle opere d’arte, si annovera anche quello alle opere di Goya a Madrid, perpetrato dagli ambientalisti negli ultimi anni.


Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per seguire NonSolo.TV su Instagram
Clicca qui per seguire NonSolo.TV su Google News