Chi è Alisa Toaff, la giornalista di AdnKronos che s’è scontrata con Rocco Siffredi?

22 Marzo 2024 Off Di NonSolo.Tv
Chi è Alisa Toaff, la giornalista di AdnKronos che s’è scontrata con Rocco Siffredi?

Cosa sappiamo della giornalista di AdnKronos che ha raggiunto suo malgrado la ribalta per un beef con Rocco Siffredi?

È la notizia del momento, rilanciata dai principali quotidiani nazionali tra cui ‘La Repubblica’ che offre alla notizia il titolo principale: Alisa Toaff, la giornalista che ha denunciato Rocco Siffredi: “Sono distrutta. Lui è un sessista, è stato molesto. Contro di me ora anche l’odio social”.

Ma chi è Alisa Toaff? Si tratta di una giornalista dell’agenzia di stampa AdnKronos che ha intervistato Rocco Siffredi in occasione dell’uscita della serie a lui dedicata (Supersex, serie ispirata alla vita di Rocco Tano, in arte Rocco Siffredi, interpretato da Alessandro Borghi).

La donna ha denunciato il comportamento del pornodivo, raccontando a ‘La Repubblica’: “I suoi messaggi vocali sono stati pesanti. Se fossi stata uomo non si sarebbe comportato così. Gli facevo domande sul sesso? E cosa avrei dovuto chiedergli?”

‘La Repubblica’ dal canto suo ha pubblicato un audio di Siffredi in cui si rivolge in termini poco opportuni alla giornalista: “Fatti una pausa, fatti una bella scorpacciata di c… e tornerai a essere una persona normale”.

Parole non certo gradevoli, che Siffredi ha giustificato (“Mi ha messo in bocca parole che non ho detto sulla serie Netflix che racconta la mia vita e sono andato fuori di testa”, sono le parole riportate da ‘La Repubblica’) ma che hanno portato la Toaff a denunciare la star a luci rosse.

Chi è Alisa Toaff? Cosa emerge dai suoi social

Per capire meglio chi è Alisa Toaff ci siamo fatti un giro sui suoi social. Sebbene abbia il profilo privato su Instagram (dove è seguita da poco più di 700 persone), è possibile ottenere qualche informazione in più dal suo profilo pubblico su Facebook. Ha studiato presso l’Università capitolina de La Sapienza, come tanti altri utenti web (giovani e meno giovani) posta vari contenuti video (come quello in cui si cimenta in una sorta di doppiaggio) e da essi si può anche cogliere la passione per uno sport in particolare, la pole dance.

In merito alla vicenda Siffredi, infine, ha raccontato sempre ai microfoni de ‘La Repubblica’: “Questa storia mi sta distruggendo come donna, come madre e come professionista. Sono anche state pubblicate interviste mai rilasciate e adesso sono costretta a denunciare colleghi tra i quali c’è chi mi sta offendendo sui social”.

La speranza per lei è che presto possa tornare alla serenità (e all’anonimato in cui prima viveva come tutti noi comuni mortali).