Alessandro D’Amico su Alex: “Ero convinto di amarlo, ma…”

5 Aprile 2018 Off Di Sara Fonte
Alessandro D’Amico su Alex: “Ero convinto di amarlo, ma…”

Alessandro D’Amico svela alcuni retroscena sulla sua storia con Alex Migliorini

Al centro del gossip ancora una volta la fine della storia d’amore tra Alessandro D’Amico e Alex Migliorini, nata al Trono Gay di Uomini e Donne, talk show condotto da Maria De Filippi su Canale 5, da lunedì a venerdì alle 14.45.

L’ex tronista sta attraversando un brutto periodo a causa della rottura con Alessandro. Alex è davvero innamorato di D’Amico, proprio per questo non smette di sperare in una loro riconciliazione. L’ex corteggiatore, invece, non sembra essere intenzionato a cambiare idea.

Sono molti i motivi che hanno convinto l’ex corteggiatore a lasciare Alex Migliorini, tra questi anche il sesso. Lui stesso in un’intervista rilasciata al settimanale Nuovo Tv ha dichiarato: “All’inizio non ho dato importanza al sesso. Ma poi ho capito di non poter minimizzare certi aspetti che non funzionavano e che hanno influito sulla decisione di chiudere. Anche nel sesso io sento il bisogno di sentirmi protetto”.

Alessandro D’Amico vuole al suo fianco una persona diversa, con più carattere: “Sentivo di non avere accanto una persona decisa. Gli manca la stabilità dell’uomo maturo, con una vita, un lavoro, una vera realizzazione. Per me tutte cose fondamentali in un rapporto di coppia”.

Ad ogni modo, ci tiene a precisare di non aver illuso o preso in giro Alex Migliorini. L’ex corteggiatore ha infatti detto: “Mi hanno accusato di aver strumentalizzato Alex, ma non è così: mi sono messo con lui perché ero convinto di amarlo.”

Alessandro D’Amico ha poi concluso: “Siamo andati a vivere insieme quasi subito, ora posso dire che era troppo presto. Quando ho capito che si trattava di una bella amicizia, gliel’ho detto. Ho rispettato i suoi sentimenti: non sono stato falso“.

Sara Fonte


Vuoi rimanere aggiornato su tutte le ultime news? Seguici anche su Instagram cliccando qui e su Google News cliccando qui