Marco Liorni rompe il silenzio, ecco i retroscena sul cambio di conduzione

12 Luglio 2018 Off Di Stefano T. Vilardo
Marco Liorni rompe il silenzio, ecco i retroscena sul cambio di conduzione

Marco Liorni, ecco cosa è successo veramente sul cambio di conduzione

Con la chiusura dello scorso giugno de La Vita In Diretta, è terminata la conduzione di Marco Liorni nello storico contenitore pomeridiano di Rai1. Voci di corridoio vedevano inizialente il conduttore già pronto per la conduzione di Reazione a Catena o addirittura de L’Eredità, ma qualcosa è andato storto. L’Eredità è finita nelle mani di Flavio Insinna e a Marco Liorni è stato affidato il programma del sabato pomeriggio, Italia Sì. Il conduttore, che non ha pertecipato alla presentazione dei palinsesti Rai ha, adesso, rilasciato un’intervista a Oggi dove ha commentato i retroscena.

“È la prima volta che mi capita… Probabilmente perché stava accadendo qualcosa di incomprensibile. È semplicemente successo che avevamo concordato una strada, poi è saltata. Siccome eravamo a fine aprile, quindi molto in là, c’è stato un momentaccio, rapporti tesi. Ma poi, insomma, non si poteva gettare proprio tutto alle ortiche. Adesso metteremo semi al sabato pomeriggio.”

Il nuovo programma cercherà di risollevare il sabato pomeriggio di Rai1 che da anni è in forte crisi.

“Su altre situazioni hanno fatto altre scelte e c’era disponibile questa fascia. Offriremo al pubblico due ore piacevoli. Se in quella fascia da sempre la Rai soffre vorrà dire che, perso per perso, oseremo di più”.

Liorni ha chiuso lanciando un avvertimento, quello di non prenderlo per i fondelli perché non ha intenzione di farsi mettere i piedi in testa.

Sono di indole mite, ma questo non vuol dire che mi faccia mettere i piedi in testa (…) E comunque preferisco prevenire: di solito mando segnali chiari e se gli altri non si regolano, mi regolo io, per esempio chiudendo il rapporto. Temete l’ira del mite!“.


Vuoi rimanere aggiornato su tutte le ultime news? Seguici anche su Instagram cliccando qui e su Google News cliccando qui