Elga Enardu sbotta: “A Uomini e Donne non esiste alcun copione”

14 maggio 2019 0 Di sarafonte
Elga Enardu sbotta: “A Uomini e Donne non esiste alcun copione”

Elga Enardu difende Uomini e Donne, a detta sua nessuno recita un ruolo nel programma

Si torna a parlare di Elga Enardu, divenuta nota in passato per aver partecipato al Trono Classico di Uomini e Donne, talk show condotto da Maria De Filippi su Canale 5.

Da giorni non si fa che parlare della veridicità della trasmissione, sono in molti a pensare che i protagonisti del programma seguano un ‘copione’. Pochi giorni fa dello stesso pensiero si è detto Roberto D’Agostino, il fondatore di Dagospia. Da quando il noto giornalista ha messo in dubbio la veridicità della trasmissione sui social si è scatenata una vera e propria polemica.

Poche ore fa a dire la sua è stata proprio Elga Enardu. Avendo partecipato a Uomini e Donne l’ex tronista sa bene come si svolgono le cose all’interno del programma. La Enardu ci ha tenuto a puntualizzare che è tutto reale, a detta sua nessuno recita un ruolo.

Tramite una Instagram Stories Elga Enardu ha detto: “Mi sono imbattuta nella polemica riguardante la Prati e ho sentito affermare da Dagospia che il programma di Uomini e Donne segue un copione.

L’ex tronista di Uomini e Donne ha poi aggiunto: “Mi sento in dovere di dare la mia testimonianza in qualità di tronista posso garantire che non esiste alcun copione. La redazione e la produzione non hanno mai provato neanche trasversalmente a indirizzarmi”.

Elga Enardu non è l’unica ad aver difeso il programma. Pochi giorni fa anche Maria De Filippi ci ha tenuto a dire la sua in merito alla questione. Queste le sue parole: “Volevo dirti che posso darti la mia parola che a ‘Uomini e Donne’ non è mai esistito un copione. Chi partecipa non ha indicazioni di scelte da seguire e se qualcuno finge, finge a nome suo e certo evitando in ogni modo di farsi scoprire dalla redazione che vive come un mantra lo scopo di mantenere sinceri e naturali tutti i partecipanti, tronisti o corteggiatori che siano”.

Sara Fonte