Instanews, intervista a Rossella Maione: ” Voglio lanciare il messaggio di vedere il lato positivo della vita”

3 Agosto 2019 Off Di NonSolo.Tv
Instanews, intervista a Rossella Maione: ” Voglio lanciare il messaggio di vedere il lato positivo della vita”

Con oltre un miliardo (!) di utenti nel mondo, Instagram è sicuramente tra i social network più in voga, forse anche più di quel Facebook che negli ultimi tempi ha perso appeal specialmente tra i giovani.

Social basato principalmente sull’immagine (tra foto e video), ha portato all’emersione di una figura che è quella dell’influencer: dotato di centinaia di migliaia di follower (quantomeno) sarebbe / è capace di “influenzare” – come quello che un tempo sarebbe stato chiamato opinion leader – l’utente comune, portando così le aziende ad investire cifre anche consistenti per promuovere prodotti / eventi e chi più ne ha più ne metta.

Abbiamo quindi deciso di lanciare una rubrica per far conoscere ai nostri lettori (e a chi nostro lettore ancora non è) alcune persone che hanno un grosso seguito in termini di followers (pur non potendo magari considerarle influencer nel senso stretto del termine), provando ad andare al di là della semplice immagine e farvi conoscere chi si cela dietro una – più o meno – piacevole apparenza.

Per la prima “puntata”, abbiamo intervistato la molto avvenente Rossella Maione, oltre 85mila follower sul proprio profilo Instagram (e con una fanpage a lei dedicata).

D: Chi è Rossella Maione?

R: Sono Rossella, ho 56 anni, orgogliosa di averne tanti. Sono responsabile amministrativa da oltre 35 anni. Ho sempre lavorato nella mia vita. Perché su Instagram? Vorrei lanciare un messaggio che la donna – anche più in là nell’età e non fa nulla (perché io sono totalmente naturale, tranne i capelli perché io sono riccia e nera) – può rimanere affascinante anche con l’età che passa e bisogna proprio esserlo affinché il proprio marito, il proprio compagno guardi altrove. Bisogna mantenersi bene sia fuori, sia dentro. Come nelle foto io sono sempre sorridente, sempre positiva. Voglio lanciare il messaggio di vedere il lato positivo della vita. Ringrazio per quello che ho: ho un lavoro, ho una figlia, ho un marito che mi tratta come una principessa da 30 anni. Io uso Instagram solo per gioco, non per fare soldi, anche se ho ricevuto proposte di ogni genere.

D: Sono arrivate proposte quindi? E di che tipo?

R: Di tutti i tipi. Fare film, fare calendari, mandare foto, mandare scarpe, mandare calze, però per me che sono abituata a guadagnare da quando ho 17 anni solo con il cervello non è concepibile. Lo può fare solo chi non ha cervello. E’ degradante per la donna. Per chi chiede foto a pagamento gli dico: ne metto così tante che un giorno vi scoccerete, ne metto veramente ogni giorno, mi alzo e faccio una foto. Vado a mare e metto una foto. Le metto gratuitamente per il gusto di metterle. Sono un tantinello esibizionista perché ripeto il messaggio che voglio dare è che una donna normale, naturale, carina nella norma, può sena far nulla risultare attraente. Tanti amici mi sfottono su questo perché dicono: tu dici così però magari non è proprio quello il messaggio che passa.

 

R: Com’è arrivato questo grosso seguito? 76mila follower (quando abbiamo fatto l’intervista, circa due settimane fa, ndr) non sono mica pochi

D: L’anno scorso avevo 317 mila follower a gennaio dell’anno scorso, poi mi hanno hackerato il profilo. Onestamente me lo chiedo anche io come mai. Io ho dovuto ricominciare da zero e per questo ho creato un secondo profilo che ho chiamato “di supporto”. Per altro sono su un sacco di siti dove non ci sono realmente, su Meetic, su Instagram, su Facebook. Ho scritto anche una mail a Meetic minacciandoli di querelarli. Voglio vedere chi si presenta al mio posto. Per me è comunque tutto un gioco. Mi hanno pure creato una fanpage.

D: Ma quando è che hai esattamente inizato?

R: Circa un annetto fa. All’inizio era passato in sordina, postavo poco. Da quando ho iniziato a postare le foto in costume da giugno dell’anno scorso, le pagine hanno cominciato a contattarmi e da giugno a febbraio sono arrivato a 317mila. Comunque non voglio andare da nessuna parte. Certo, sarei felice mi contattasse un brand come Dolce & Gabbana ma tutto il resto non mi interessa, perché comunque non ho bisogno economicamente, non mi manca nulla e lo faccio gratuitamente per questo.

D: Diciamo che quindi è più per infondere l’aspetto succitato della consapevolezza

R: Sì, io vedo che le donne della mia età stanno tutto il giorno a parlare di figli, malattia, corna. A me questo non piace. Quando mi vedo con le mie amiche non voglio pensare a queste cose, voglio passare un’oretta in allegria. Io cerco di dire alle donne: se volete rimanere piacenti, dovete comunque mantenervi, truccarvi, curare il vostro fisico. Ognuno ha le sue cose positive e deve valorizzarle. Basta un sorriso e porsi in maniera positiva

D: Ultima domanda, legata agli hashtag presenti nella descrizione del profilo: quindi arrivano anche molti commenti volgari? Quanti messaggi ti arrivano al giorno?

R: Allora, io ho messo nella mia pagina di non inviare i vostri gioielli, sarete bloccati. Ricevo non so quante immagini di attributi maschili che io cancello subito e blocco l’utente. Se non bloccassi i miei follower sarei già arrivata a 100mila.

D: 25mila persone quindi hanno mandato i loro “gioielli” (ridendo, ndr)

R: E’ una cosa allucinante, meno male che l’ho scritto… la cosa che mi fa ridere è che alcuni ragazzi pensano che essere giovani ed avere i muscoli mi dovrebbe attirare. A me non me ne può fregare di meno. Nella mia vita ho sempre avuto uomini col cervello. Io metto la bellezza, l’uomo deve mettere la sostanza.


Vuoi rimanere aggiornato su tutte le ultime news? Seguici anche su Instagram cliccando qui e su Google News cliccando qui