Edoardo ed Eugenio Bennato insieme contro il Coronavirus: nuova canzone scritta a 4 mani

17 Aprile 2020 Off Di Alessia D'Anna
Edoardo ed Eugenio Bennato insieme contro il Coronavirus: nuova canzone scritta a 4 mani

Attori e musicisti stanno approfittando di questa quarantena per darsi da fare in favore della comunità. Così, anche i fratelli Edoardo ed Eugenio Bennato hanno deciso di unirsi insieme contro il coronavirus. Collaborando (a distanza ovviamente ognuno a casa propria) i due interpreti e autori hanno scritto una nuova canzone a quattro mani.

La nuova canzone di Edoardo ed Eugenio Bennato

Da questa nuova collaborazione dunque, nasce un connubio di musica e parole atto a trasmettere piacevoli sensazioni del tempo sospeso e di speranza. Le parole invitano a riflettere e ad andare alla scoperta di sé stessi sia in relazione al mondo sia in relazione al proprio.

Tra le righe più belle, come riporta anche l’Ansa, sentiremo i Bennato cantare “La realtà è tutta in questa stanza/nella rete che annulla ogni distanza/la realtà è fuori dal balcone/nella rete che diventa una prigione/…/La realtà è tutta da rifare/è la vita che non si può fermare/e che canta la sua ribellione”.

Le dichiarazioni dei due fratelli

Se da un lato Edoardo definisce la nuova canzone come “una ballata classica, che racconta questa sorta di “day after” che stiamo vivendo, che vuole trasmettere le buone vibrazioni del futuro alle porte“, dall’altra Eugenio controbatte: “Percepiamo diversamente la realtà rispetto a prima: la stanza è lo spazio in cui si esauriscono questi giorni, mentre il balcone è il luogo che ci collega con il mondo esterno. Il web, invece, è da qualche tempo la prigione dove rischiamo di perdere il rapporto vero: guardarsi negli occhi, parlarsi da vicino”.

Edoardo ha spiegato che la sua idea iniziale aveva tutto un altro aspetto. Poi fondendosi con la genialità di Eugenio è venuto fuori un testo in grado di descrivere bene la situazione attuale. Per questo il brano è un inno di speranza, e ha lo scopo di dar voce ai più fragili, ai più sensibili. Il tutto nella speranza che molte persona capiscano la straordinarietà della vita fuori dalle quatto mura.

Anche a distanza la collabora ha funzionato alla grande

I due, come normale che sia adesso, hanno collaborato a distanza, ognuno a casa propria. Ma la distanza fisica non è stata impeditiva né ostacolante sulla creazione di questo testo e questa musica, che insieme si fondo per inneggiare alla realtà del momento.

La nuova canzone se pur scritta con il disincanto tipico di una situazione tanto ardua, riesce a dare sensazioni positive all’anima. E poi c’è uno scopo ulteriore: tutti proventi dei due artisti derivanti dalla canzone, verranno donati in beneficenza all’Azienda Ospedaliera dei Colli.