Ufo: dopo il Pentagono l’annuncio di un veterano “C’è un video più lungo”

15 Maggio 2020 Off Di Flavia Nicolosi
Ufo: dopo il Pentagono l’annuncio di un veterano “C’è un video più lungo”

Qualche settimana fa, il Pentagono, tramite un comunicato ufficiale, ha pubblicato dei video di addestramenti militari che attesterebbero l’esistenza degli UFO.

Il Pentagono ha pubblicato ufficialmente tre video di “fenomeni aerei non identificati”.

Forse il più famoso dei video è stato realizzato dai piloti della USS Nimitz nel 2004 e mostrava un oggetto dalla forma insolita che volava a velocità senza precedenti.

Gli altri due video sono stati avvistamenti separati di UAP nel 2015.

Kevin Day ha lavorato come capo delle operazioni specialista senior sulla USS Princeton ed è stato uno dei primi a notare lo strano oggetto sul radar, prima di dirigere i piloti a intercettarlo.

E proprio lui ha appena dichiarato che esisterebbero altri filmati più lunghi e dettagliati dell’accaduto.

Dopo aver individuato gli oggetti misteriosi sul radar il 10 novembre e poi di nuovo il 14 novembre, ha diretto gli aerei guidati dal comandante David Fravor per intercettare l’anomalia.


Kevin ha spiegato perché credeva che dovessero esserci filmati più lunghi della clip di 1 minuto e 16 secondi rilasciata dal Pentagono, dove per l’appunto sostiene che in questi addestramenti i mezzi di registrazione sono attivati fin dall’inizio dell’operazione.

“Non appena si dà l’ordine di volo al vettore, vengono pronunciate le parole di” voli attivi, nastri attivi “. “Ciò significa che vengono accesi tutti i dispositivi di registrazione fin dall’inizio. “In altre parole, non aspetti che accada qualcosa di divertente perché accendi il registratore perché lo perderai. Quindi deve esserci un video più lungo, deve esserci”, queste le parole del capitano.

Kevin non è l’unico ex personale della Marina degli Stati Uniti ad aver espresso la sensazione che ci sia qualcosa di più nel breve filmato pubblicato dal Pentagono e, prima ancora, trapelato nel 2017.

Jason Turner, che era un sottufficiale a Princeton al momento dell’incidente, ha dichiarato l’anno scorso di aver visto un video più chiaro che mostra l’oggetto “avere dei prolungamenti che sembrerebbero delle gambe “.


Vuoi rimanere aggiornato su tutte le ultime news? Seguici anche su Instagram cliccando qui e su Google News cliccando qui