Gio. Giu 17th, 2021

Le anticipazioni di “Daydreamer” dal 24 al 28 agosto 2020.

Nella puntata di lunedì 24 agosto 2020, Sanem ha scoperto che Emre e Aylin sono soci sin dall’inizio. La ragazza minaccia, quindi, Emre di consegnare la cartellina con gli atti costitutivi della loro società a Can, se entro tre ore lui non andrà a parlare con suo fratello. In questo modo, Sanem cerca di recuperare almeno in parte il suo rapporto con il fotografo e di dimostrargli di non aver mai voluto fargli del male. Aylin, però, suggerisce al ragazzo un escamotage, ossia chiedere a Leyla di rubare la cartellina. La segretaria segue gli ordini del suo capo e tradisce sua sorella.

Nella puntata di martedì 25 agosto 2020, Sanem non riesce a rivelare la verità a Can perchè la cartellina è sparita.  La ragazza non sa che c’è lo zampino di Leyla, convinta da Emre a rubare i documenti. Intanto, Aylin vuole far rientrare lei d Emre in azienda grazie a Fabri. Per riuscire nel suo intento, organizza un pranzo con l’imprenditore francese e si mette d’accordo con lui per organizzare una festa. Durante il party, Aylin metterà zizzania nel rapporto tra Fabri e Can, già compromesso per via di Sanem. Dopo la morte del Presidente dell’Associazione di quartiere, sia Aysun che Mevkibe si candidano alla poltrona.

Nella puntata di mercoledì 26 agosto 2020, prima del party, Sanem riceve un bellissimo regalo e pensa sia parte di Can. La ragazza è convinta che Can le abbia organizzato una festa di compleanno, ma si renderà conto che le cose stanno diversamente.  L’abito è un dono di Fabri, che alla festa comincia a flirtare con lei, scatenando la gelosia di Can. I rapporti tra il fotografo e Sanem sono sempre più freddi e lui le dice di vederla come un’impiegata qualunque. Intanto tra Aysun e Mevkibe è guerra aperta e la notizia che il numero dei voti è in pari e che qualcuno non ha ancora votato, manda le due donne su tutte le furie. A non aver espresso la sua preferenza è Muzo, che con il suo voto potrebbe fare la differenza. Il ragazzo decide di appoggiare Mevkbibe, facendo adirare la madre.

Nella puntata di giovedì 27 agosto 2020, in ufficio si parla della festa di Sanem e Fabri. Infastidito, Can minaccia il manager di lasciare in pace la Aydin. Sanem restituisce il regalo a Fabri, davanti a tutti i dipendenti della Fikri Harika . Successivamente, presenta a a Can le sue dimissioni ufficiali e torna a lavorare nella bottega del padre. Presa dai sensi di colpa, Leyla  decide di non consegnare a Emre i documenti rubati a Sanem ma di portarli a Can. Il fotografo scopre quindi che Emre e Aylin sono soci sin dall’inizio e che Sanem è sempre stata solo una loro pedina. Il fotografo aggredisce furiosamente suo fratello, cacciandolo per sempre dall’azienda e dalla sua vita. Mevkibe vince le elezioni e comincia il suo nuovo lavoro. Aysun caccia di casa suo figlio.

Nella puntata di venerdì 28 agosto 2020, dopo essere venuto a conoscenza dell’innocenza di Sanem, Can, pentito, cerca di convincerla a tornare a lavorare in azienda. La raggiunge, così, alla bottega del padre e pur di convincerla si mette ad aiutarla a servire i clienti. Il fotografo vuole a tutti i costi che la ragazza torni a collaborare con lui e le propone di lavorare insieme alla campagna  in favore della Compass Sport. Alla fine, riesce nel suo intento, ma scopre che  Gamze, una sua vecchia amica, lavora per l’azienda sportiva di cui hanno in carico la campagna. Dopo lo scontro furioso tra Can ed Emre, Aylin  cerca di convincere il fidanzato a contattare sua madre. Davanti al suo netto rifiuto di mettere in mezzo i suoi genitori, Aylin decide di chiamare personalmente Huma e di informarla della situazione. In questo modo, farà ricadere la colpa su Sanem, screditando la ragazza prima che la signora Divit abbia l’occasione di conoscerla.

Maria Rita Gagliardi


Vuoi rimanere aggiornato su tutte le ultime news? Seguici anche su Instagram cliccando qui e su Google News cliccando qui





Di Maria Rita Gagliardini

Sono Maria Rita, ho 32 anni ed amo la scrittura, la Tv, il gossip e l'arte, in tutte le sue forme.