Gio. Giu 17th, 2021
l'allenatore nel pallone

L’Allenatore nel pallone 3: questo sequel della serie di film ci sarà? Andrea Roncato lo spera in un’intervista, anche se Lino Banfi aveva dichiarato nel 2014 che non sarebbe stato interessato.

L’Allenatore nel pallone 3: cosa ha detto Roncato

Alla Festa del Cinema di Roma del 2018, Andrea Roncato, nel cast de L’allenatore nel pallone con Lino Banfi, aveva dichiarato a un giornalista che gli avrebbe fatto piacere realizzare un terzo capitolo della saga.

In realtà, per Roncato, l’idea era di fare un sequel del primo capitolo, che risale ormai a 36 anni fa (era il 1984 quando il film uscì). Infatti, per Roncato, il secondo film non aveva lo stesso smalto.

Il secondo film non mi è piaciuto, devo dirlo, quindi potremmo fare il tre ma solo al livello del primo…ma è molto difficile

Andrea Roncato

Roncato era al Festival del Cinema di Roma per il suo film Notti magiche, diretto da Virzì.

L’Allenatore nel pallone e L’Allenatore nel pallone 2: di cosa parlano questi film

L’allenatore del pallone è del 1984 ed è diretto da Sergio Martino. Il film è una commedia all’italiana sul mondo del calcio.

Il protagonista è un allenatore che non sa molto bene dove mettere le mani, Oronzo Canà, interpretato da Lino Banfi. L’uomo, dopo esperienze in serie B, sogna di allenare una squadra di serie A.

Dopo il fallimento del calciomercato, Canà vola in Brasile alla ricerca di giocatori che possano risollevare la sua squadra, la Longobarda. Per aiutarsi, porta con sé l’osservatore Andrea Bergonzoni.

Canà ottiene dopo varie peripezie solo un’operazione di appendicite. La squadra fallisce miseramente ogni partita. Alla fine, dopo alterni risultati, si scopre che la società ha scelto Canà proprio perché restare in serie A costava troppo.

Alla fine, la squadra resta in serie A, ma l’allenatore perde il lavoro.

Il cast è composto da:

  • Lino Banfi: Oronzo Canà.
  • Camillo Milli: presidente Borlotti.
  • Andrea Roncato: Andrea Bergonzoni.
  • Gigi Sammarchi: Giginho.
  • Giuliana Calandra: Mara Canà.
  • Stefania Spugnini: Michelina Canà.
  • Viviana Larice: suocera di Canà.
  • Licinia Lentini: signora Marilde Borlotti.
  • Franco Caracciolo: Ceretti.
  • Stefano Davanzati: Speroni.
  • Urs Althaus: Aristoteles.
  • Antonio Zambito: Crisantemi.
  • Maurizio Faraoni: Cavallo.
  • Carmine Faraco: giocatore.
  • Antonio Soldati: tifoso gemello.
  • Luigi Soldati: tifoso gemello.
  • Gino Pagnani: dottor Socrates.
  • Dino Cassio: capostazione.
  • Gila Golan: Florentia Garcia di Falcao della Madonna Incoronata.
  • Luciano Foti: tifoso allo stadio.
  • Nils Liedholm: sé stesso.
  • Giancarlo De Sisti: sé stesso.
  • Roberto Pruzzo: sé stesso.
  • Francesco Graziani: sé stesso.
  • Carlo Ancelotti: sé stesso.
  • Odoacre Chierico: sé stesso.
  • Oscar Damiani: sé stesso.
  • Luciano Spinosi: sé stesso.
  • Roberto Scarnecchia: sé stesso.
  • Zico: sé stesso.
  • Sergio Santarini: sé stesso.
  • Fabrizio Maffei: sé stesso.
  • Giorgio Martino: sé stesso.
  • Giampiero Galeazzi: sé stesso.
  • Aldo Biscardi: sé stesso.
  • Nando Martellini: sé stesso.
  • Gianfranco Giubilo: sé stesso.
  • Fulvio Stinchelli: sé stesso.

Nel secondo, L’allenatore nel pallone 2, c’era la voglia di creare un remake coerente. Il film è del 2008 e ha sempre Lino Banfi come protagonista nei panni di Oronzo Canà. Tra le new entry del cast, c’è Biagio Izzo.

Oronzo Canà è diventato imprenditore di olio e anche nonno. La Longobarda torna in serie A dopo anni e su Sky Oronzo viene intervistato come ex tecnico.

Infatti, uno dei giocatori di allora è morto. Canà rivela che il presidente voleva retrocedere in B per questioni di denaro. Si scatena la polemica. Il nuovo presidente, figlio dell’ex presidente, lo assume di nuovo per placare gli animi.

La squadra perde una partita dopo l’altra, anche grazie a un calciatore nipponico che realizza diversi autogol. Canà trova una strategia grazie al nipote informatico. La squalifica per due giocatori lo rimette in ginocchio, finché Canà ritrova Andrea Bergonzoni.

Trovano così un giovane giocatore brasiliano e scoprono che è figlio di una notte tra Canà e una giovane ballerina durante il viaggio fatto anni prima. Questo getta nello sconforto la famiglia di Canà e il ragazzo.

Alla fine, si scopre che non è vero che il ragazzo è figlio di Canà e la Longobarda si salva all’ultima partita come molti anni prima.

Cosa ha detto Lino Banfi su L’Allenatore nel pallone 3

In tanti mi chiedono di rifarlo. Anzi l’Associazione degli allenatori mi ha dato un tesserino ad honorem a giugno, volendo potrei pure fare l’allenatore vero. Ancelotti e Lippi se li incontro mi chiamano mister. Loro a me

Lino Banfi a Il Fatto Quotidiano.

Così ha spiegato Lino Banfi a Il Fatto Quotidiano nel 2014.

Leggi anche => Indovina chi sposa mia figlia! Trama, musiche e curiosità del film del 2009


Vuoi rimanere aggiornato su tutte le ultime news? Seguici anche su Instagram cliccando qui e su Google News cliccando qui