Lashana Lynch è 007 2.0: donna, lesbica e di colore

7 Novembre 2020 Off Di Luca Luppino
Lashana Lynch è 007 2.0: donna, lesbica e di colore

007 è forse il franchise cinematografico di maggior successo della storia.

Dopo quasi 60 anni, James Bond è ancora sinonimo di stile, spacconeria ed abilità e non accenna a fermarsi.

Arrivato ora al suo 25esimo adattamento, il nuovo film No Time to Die sarà l’ultimo per Daniel Craig. L’attore si prepara a salutare il ruolo dopo ben 5 pellicole.

Ovviamente vi sono state molte speculazioni su chi potesse essere il prossimo Bond. Uno dei pettegolezzi più stravaganti si è rivelato corretto: il prossimo 007 non sarà James Bond, ma Nomi – una nuova spia britannica al femminile.

Il personaggio verrà introdotto nel nuovo film ed affiancherà James Bond nella sua ultima missione prima che la spia leggendaria si ritiri.

Il sito americano Sausage Roll, in un articolo, ha persino dichiarato di aver letto una bozza della sceneggiatura in cui Nomi uccide James Bond prima di acquisirne il titolo. Tuttavia va tenuto presente che questa notizia non è confermata e potrebbe non essere affidabile.

Inoltre basandosi sull’orientamento sessuale dell’attrice, molti giornali hanno speculato che Nomi sarà omosessuale e continuerà ad accumulare diverse “Bond girls”.

Lashana Lynch

Lashana Lynch è un’attrice britannica, celebre soprattutto per il ruolo di Maria Rambeau in Captain Marvel (2019).

Lynch è una donna di colore ed è dichiaratamente omosessuale, due cose delle quali ha dichiarato di essere fiera.

In una recente intervista con Bazaar, ha parlato del suo ruolo nel prossimo film e di cosa l’ha spinta ad accettare.

Un personaggio troppo schietto, una figura di pietra? È completamente contro ciò che rappresento. Non volevo sprecare un’opportunità quando si trattava di ciò che Nomi poteva rappresentare. Ho cercato almeno un momento nella sceneggiatura in cui i membri del pubblico nero potessero annuire con la testa, schernendo la realtà ma contenti di vedere rappresentata la loro vita reale. In ogni progetto di cui faccio parte, indipendentemente dal budget o dal genere, l’esperienza nera che sto presentando deve essere autentica al 100%

Non tutti sono contenti

Come prevedibile la notizia ha scatenato delle polemiche non indifferenti. Molti fan di 007 non sono stati affatto contenti del cambiamento, secondo loro troppo radicale per la saga.

Se da da un lato parte delle polemiche sono state di natura razzista e/o misogina, in tanti sono solo insoddisfatti di un personaggio che non è James Bond nei pani di 007. Data la lunga storia della serie il sentimento è più che comprensibile.

Tuttavia molti non si sono fermati alle lamentele ed hanno preso d’assedio i profili social dell’attrice con le ormai troppo comuni tempeste di insulti mirati a lei direttamente.

Lynch si è preventivamente disconnessa dai social quando ha accettato l’incarico per cercare di rimanere lontana dalla tempesta.

Sono una donna nera – se fosse stata scelta un’altra donna nera nel ruolo, sarebbe stata la stessa conversazione, avrebbe avuto gli stessi attacchi, gli stessi abusi. Devo solo ricordare a me stessa che la conversazione sta avvenendo e che io sono parte di qualcosa che sarà molto, molto rivoluzionario.

No Time to Die sarà disponibile nelle sale di tutto il mondo a partire dal 2 Aprile 2021.


Vuoi rimanere aggiornato su tutte le ultime news? Seguici anche su Instagram cliccando qui e su Google News cliccando qui