C’è posta per te, una Maria Lamanna avrebbe mandato a quel paese il postino

10 Gennaio 2021 Off Di KatiaDiLuna
C’è posta per te, una Maria Lamanna avrebbe mandato a quel paese il postino

Maria Lamanna, una delle signore chiamate da Maria De Filippi per la puntata di ieri sera di C’è posta per te, avrebbe mandato a quel paese il postino e la troupe

I telespettatori che hanno seguito la puntata di ieri di C’è posta per te conoscono bene la vicenda del nome Maria Lamanna. La donna con questo nome ha avuto una relazione durata 4 anni con Luigi Pignataro nel 1964 in Puglia. La storia terminò a causa di un tradimento da parte di lei mentre Luigi prestava servizio militare. A distanza di 54 anni, Luigi ha contattato la trasmissione per incontrare nuovamente la sua vecchia fiamma.

Il modus operandi del programma è sempre lo stesso: Maria De Filippi ha contattato tutte le signore che si chiamano Maria Lamanna che vivono in Puglia e ha chiesto a ciascuna di loro se avesse avuto una storia con un signore di nome Luigi negli anni ’60. Sono state trovate cinque signore con lo stesso nome, che hanno accettato l’invito in trasmissione. Tutte hanno dichiarato di non conoscere assolutamente Luigi. Infine, è stata chiamata l’ultima (la sesta) Maria Lamanna che ha riconosciuto subito l’uomo: “Sei Luigi?. A quel punto, è giunto il boato in studio, ma purtroppo, la signora in questione ha dichiarato: “Sono sposata, ho tre figli e otto nipoti”. Nonostante ciò, Luigi ha aperto la busta e ha incontrato la signora senza abbracci per via del Covid. Entrambi sono apparsi felici con gli occhi ancora lucidi.

Non è finita qui: l’account Twitter “contechristino” ha ripostato una notizia datata lo scorso settembre (mese in cui sono iniziate le registrazioni di C’è posta per te) di una signora proveniente da Monopoli che avrebbe mandato a stendere il postino della trasmissione, lo stesso che ha spedito le buste alle altre Maria Lamanna. Che si tratti della settima Maria Lamanna?


Vuoi rimanere aggiornato su tutte le ultime news? Seguici anche su Instagram cliccando qui e su Google News cliccando qui