Lun. Ago 2nd, 2021
rover perseverance

Il rover Perseverance della NASA ha toccato con successo la superficie di Marte dopo essere sopravvissuto ad un tuf una discesa di sette minuti attraverso l’atmosfera marziana. L’atterraggio pulito del rover pone le basi per un viaggio lungo anni al fine di setacciare il cratere Jezero del Pianeta Rosso alla ricerca di antichi segni di vita.

Swati Mohan, un membro del team ‘Entry, Descent, and Landing‘ della NASA, ha dichiarato: “Perseverance è al sicuro sulla superficie di Marte pronto per iniziare a cercare i segni di una vita passata“. Il team di atterraggio, composto da circa 30 ingegneri del Jet Propulsion Laboratory della NASA in California, ha accolto la notizia con estrema gioia. Pochi istanti dopo l’atterraggio, Perseverance ha trasmesso la sua prima immagine da una delle sue 19 telecamere.

Perseverance è entrato nell’atmosfera di Marte in tempo alle 3:48PM a una velocità di circa 20.000 km\h, tuffandosi verso la superficie in una procedura impegnativa che gli ingegneri chiamano “i sette minuti di terrore”. Con un ritardo di 11 minuti nelle comunicazioni tra Marte e la Terra, la navicella ha dovuto eseguire il suo “tuffo” di sette minuti da sola con un complesso set di istruzioni pre-programmate.

L’atterraggio puntuale alle 3:55PM ET segna il sesto atterraggio di successo della NASA sul Pianeta Rosso. Il rover da 2,7 miliardi di dollari è essenzialmente un laboratorio su ruote da una tonnellata: per i prossimi anni, Perseverance attraverserà il cratere Jezero di Marte per raccogliere campioni di suolo per una futura missione di recupero, analizzerà la composizione delle rocce marziane con un sistema di telecamere a raggi laser, e dispiegherà un elicottero chiamato Ingenuity, un rotorcraft largo poco più di un metro che dimostrerà il primo volo a motore su un altro pianeta.

Il morale era alto durante la conferenza stampa post-atterraggio. Thomas Zurbuchen, il massimo funzionario scientifico della NASA, era euforico e ha iniziato le sue osservazioni sull’atterraggio di Perseverance tenendo in mano una stampa del piano di emergenza della missione – un progetto per la squadra nel caso la missione vada storta – e strappandola a metà. “Questo è per il piano di emergenza!” ha detto prima di strappare il foglio e gettarlo dietro di sé, scatenando un applauso nell’auditorium del JPL.

Ora inizia davvero il divertimento“, ha detto Lori Glaze, direttore della Divisione di Scienze Planetarie della NASA. Il team scientifico sta già analizzando le diverse immagini a bassa risoluzione che il rover ha già trasmesso alla Terra, ha detto. Altre immagini arriveranno nel corso della settimana, con il primo audio in arrivo già giovedì sera e il primo video ad alta definizione dell’atterraggio di Perseverance previsto per lunedì.


Vuoi rimanere aggiornato su tutte le ultime news? Seguici anche su Instagram cliccando qui e su Google News cliccando qui