Gio. Set 23rd, 2021

Nudità è un’opera teatrale che verte su un dialogo scenico tra l’arte della danza, che viene rappresentata da Virgilio Sieni, e quella dell’Opera dei Pupi invece su rappresentazione di Mimmo Cuticchio.

L’opera è nata infatti per mano di due maestri della creazione performativa internazionale. RAI 5 propone la versione andata in scena nel 2018 al Roma Europa Festival.

Appare evidente come il dialogo si disloca nel corpo e sul corpo: quello inanimato della marionetta e quello in perenne movimento del danzatore, quello dell’uomo e quello del suo simulacro.

Nudità rappresenta un incontro avventato tra mani, braccia, busto e gambe. Il loro incontro oltre a creare una relazione fisica si introduce verso un rapporto emotivo, grazie al continui dover riprendere, reciprocamente posture e gesti. A guidare lo spettacolo è forse il danzatore o il cuntista? Poco importa se in fondo il solo scopo di questo incontro è mostrare come nel rapporto reciproco si crea quella tipica trasformazione di corpo, voce e suono. Alias dell’essere umano. La regia televisiva è di Marco Odetto.


Vuoi rimanere aggiornato su tutte le ultime news? Seguici anche su Instagram cliccando qui e su Google News cliccando qui