Ven. Lug 23rd, 2021

L’ex pm Maria Angioni è indagata per false dichiarazioni sul caso Denise Pipitone: le rivelazioni della donna non hanno trovato riscontro dalle verifiche investigative

L’ex pm Maria Angioni è stata indagata per false dichiarazioni sul caso Denise Pipitone. Il magistrato, ora giudice del lavoro a Sassari, ha ricevuto un’invito a comparire e l’informazione di garanzia. Secondo quanto apprende, la Angioni è stata interrogata come indagata nelle scorse ore.

Angioni interrogata dai pm dopo le dichiarazioni in tv

Maria Angioni, ex pm che indagò per prima su Denise Pipitone, aveva rivelato di aver trovato una pista, secondo la quale bambina scomparsa 17 anni fa, sarebbe in vita e vivrebbe con una famiglia in un contesto internazionale. Tale ipotesi è stata poi smentita dagli investigatori e dalla stessa famiglia di Denise.

Dopo le sue diverse dichiarazioni rilasciate alla stampa e in tv, la Angioni aveva rilevato ai media tentativi di depistaggio, connivenze e falle gravissime nell’inchiesta sulla scomparsa della bambina di Mazara del Vallo. Tali dichiarazioni avevano spinto la Procura di Mazara ad ascoltare l’ex pm come testimone dei fatti. Nel corso di sommarie dichiarazioni ai magistrati della procura di Marsala, la Angioni avrebbe asserito alle accuse lanciate in tv.

Tali circostanze raccontate dall’ex pm, non hanno trovato conferma dalle verifiche investigative attuate sul campo. Da qui, la decisione dei pm di incriminarla per false dichiarazioni. Durante l’interrogatorio di martedì 22 giugno 2021, la donna non sarebbe tornata sui suoi passi.

Piera Maggio chiede cautela sulle segnalazioni

“Prima di segnalare ed esporsi alla tv in modo così plateale, chiediamo accertamenti. Bisogna valutare prima se siamo sulla strada giusta, altrimenti creiamo confusione” ha dichiarato Piera Maggio, chiedendo prudenza riguardo le segnalazioni su Denise Pipitone.


Vuoi rimanere aggiornato su tutte le ultime news? Seguici anche su Instagram cliccando qui e su Google News cliccando qui