Mer. Ott 27th, 2021

Nell’ultimo mese, gli inglesi non hanno fatto altro che cantare “It’s coming home”, coro della nazionale di Gareth Southgate agli Europei: ecco il significato

In questi giorni, in tendenza su Twitter compare spesso la frase “It’s coming home”. Che cosa significa? Si tratta di quello che sta diventando a tutti gli effetti il coro dell’Inghilterra degli Europei 2020, che si sta scontrando contro l’Italia in questa finale. I tifosi inglesi lo intonano dalla competizione contro la Croazia, che ha rappresentato l’esordio della nazionale di Gareth Southgate nella sfida, in tutte le partite disputate allo stadio Wembley.

La frase “It’s coming home” è apparsa in tutti gli striscioni ed è stata presa in considerazione da molti giornalisti britannici, uno dei quali l’ha usata anche per fare una domanda al portiere della Danimarca, Kaspar Schmeichel il giorno prima della semifinale.

Il significato di It’s coming home


“It’s coming home” significa letteralmente “Sta tornando a casa“, intonata dai tifosi britannici ricordando che il calcio è nato in Inghilterra e per comunicare di esserne fieri. Questo motto nasce da un brano dal gruppo Lightning Seeds e dai comici David Baddiel e Frank Skinner durante gli Europei 1996, sfida tenuta proprio in Inghilterra trent’anni dopo la vittoria del mondiale nel 1966. Il vero nome della canzone, in realtà, è Three Lions (Football’s coming home), nella quale è presente il ritornello It’s coming home.

I tifosi inglesi quindi hanno iniziato ad intonare questa frase non tanto per spocchia o per autocelebrazione dell’Inghilterra, ma per una specie di lamento per i fallimenti della nazionale dei Tre Leoni, che ha vinto soltanto un mondiale. Insomma, un motto che è diventato un inno di speranza di una vincita che è destinata a non arrivare (Loro lo sanno/Sono così sicuri/Che l’Inghilterra lo butterà via/Lo spazzerà via).


Vuoi rimanere aggiornato su tutte le ultime news? Seguici anche su Instagram cliccando qui e su Google News cliccando qui