Sab. Nov 27th, 2021
liz evans vite al limite

“Vite al limite”, il programma in onda su Real Time, ha un importante seguito di fan particolarmente affezionati, che “tifano” per i protagonisti delle varie puntate nella speranza che possano riuscire a riprendere in mano le loro vite.

Spesso, infatti, ci si chiede come stiano adesso alcune persone affette da grave obesità comparse nel corso delle diverse stagioni. Una di queste è Liz Evans, colpita anche da un linfedema alle gambe e costretta a letto.

Liz è comparsa nella sesta stagione di “Vite al limite”, nel 2018. All’epoca il suo peso era di circa 327 chili: la donna, che viveva in Texas con la madre (anche lei malata), non riusciva a camminare ormai da dieci anni ed era affetta anche da altre patologie.

Nel corso del programma, Liz ha parlato anche dell’abuso sessuale subito alla tenera età di 6 anni da parte di un parente e della dipendenza dalla droga di suo padre. Inoltre, la protagonista di “Vite al limite” è nata con un difetto alla nascita che causa una curvatura all’osso della gamba: anche questo problema le ha causato problemi da bambina in termini di socializzazione. Tutte difficoltà fisiche e psicologiche che Liz Evans ha cominciato a sfogare con il cibo. 

Liz si è affidata al dottor Nowzaradan per perdere peso. Dopo una dieta rigorosa e una terapia fisica, Liz si è finalmente sottoposta ad un intervento chirurgico di bypass gastrico. In tutto è riuscita a perdere 160 chili, arrivando ad un peso complessivo di 167 chili.

Tuttavia, come riportato da alcuni media, non appena è tornata a casa sua a Houston la giovane è tornata a mangiare in maniera incontrollata: stando ai “rumors” ha riguadagnato circa 23 chili. Fortunatamente la donna è stata di nuovo seguita dal team di “Vite al limite” e si è rimessa di nuovo a regime.

Ora Liz frequenta regolari sessioni di terapia e si attiene al programma del Dr. Now: l’auspicio dei fan è che sia sulla buona strada per vincere la sua battaglia.


Vuoi rimanere aggiornato su tutte le ultime news? Seguici anche su Instagram cliccando qui e su Google News cliccando qui





Di roberto