Mar. Gen 25th, 2022

Meryl Streep è di nuovo sulla cresta dell’onda grazie alla sua eccellente interpretazione della presidentessa degli Stati Uniti nel film “Don’t Look Up”, da pochi giorni al cinema e su Netflix. L’attrice è una vera e propria “regina cinematografica”, come l’ha definita Leonardo Di Caprio, che recita con lei nel film diretto da Adam McKay.

Ventuno candidature all’Oscar e tre statuette conquistate, Meryl Streep è un personaggio di cui si conosce tutto a livello professionale ma forse si sa qualcosa in meno sul piano privato. Ad esempio, non tutti sanno che Meryl Streep è sposata da 43 anni con Don Gummer e ha quattro figli: si tratta di Henry, nato nel 1979, Mamie, nata nel 1983, Grace, nata nel 1986 e Louisa nel 1991.

La “chicca” è che tutti e quattro i figli di Meryl Streep assomigliano molto all’attrice; inoltre, Henry, Mamie, Grace e Louisa sono noti nel mondo dell’intrattenimento e dello spettacolo.

Henry, meglio conosciuto come Henry Wolfe, è un musicista 41enne che ha fatto parte della band indie pop Bravo Silva e si è poi lanciato nella carriera da solista. Ha recitato anche in alcuni film, come Lying, The Wait e Wolfe with an E.

Mamie, invece, è a tutti gli effetti un’attrice: nel 2006 ha debuttato nel film “The Hoax”, ma in realtà la sua prima comparsa risale a 20 anni prima, in Heartburn, quando aveva solo 20 mesi (assieme a sua madre, interpretava proprio sua figlia, ndr). L’abbiamo poi vista nella miniserie HBO John Adams e in True Detective.

Anche Grace è attrice: tra le sue apparizioni più note si ricordano soprattutto quelle in Larry Crowne e nelle serie TV The Newsroom, Extant e American Horror Story: Freak Show. Ha recitato anche a teatro nel remake di Arcadia, a Broadway.

Infine, Louisa è una modella (ha preso parte ad una campagna di Dior) ma anche lei è attiva nella recitazione: ha debuttato in tv nel drama The Gilded Age. Louisa recita anche in teatro, prendendo parte ad una versione di Romeo e Giulietta nel 2019.


Vuoi rimanere aggiornato su tutte le ultime news? Seguici anche su Instagram cliccando qui e su Google News cliccando qui





Di roberto