Sab. Giu 25th, 2022

La gestione del caso Katia Ricciarelli ha creato non poche reazioni all’interno del mondo dello spettacolo e da parte del pubblico. La cantante, dopo aver pronunciato frasi molto pesanti all’indirizzo di Lulù Selassié, ha calamitato inevitabilmente su di sé numerose critiche e richieste di eliminazione dal Grande Fratello Vip 6. Ciò non è avvenuto e, anzi, la soprano ha ricevuto l’immunità. Dopo aver conferito l’immunità a Katia, rendendola di fatto intoccabile nelle nomination, Alfonso Signorini ha glissato sulla questione squalifica dopo le frasi sessiste, razziste ed omofobe imputatele.

Il pensiero di Alfonso Signorini

Il conduttore del reality show targato Mediaset aveva in parte motivato le infelici uscite razziste contro la principessa etiope come lo specchio della mentalità di un tempo, che oggi come oggi porterebbe persone come sua madre o la stessa Ricciarelli a rimanere incastrate in erronee convinzioni: “Anche mia madre chissà quante volte ha detto di uno straniero ‘ma che se ne tornasse al paese suo’, mica questo fa di lei una razzista”.

Il commento di Barù

E invece c’è chi non la pensa così. Questo il commento di Barù il nipote di Costantino Della Gherardesca, sulla vicenda che ha visto protagonisti Katia Ricciarelli e, di conseguenza, Alfonso Signorini: “Non è una questione di generazione. Mio nonno non avrebbe mai detto una cosa del genere, non capisco perché in Italia si facciano passare queste cose. Negli USA saresti fuc**d. Cose brutte”. Questa l’opinione del gieffino che, parlando di quanto successo nel corso della diretta di ieri, venerdì 7 gennaio 2022, con Jessica Selassié, si è lasciato andare a un commento negativo sulla gestione di tutto il blocco e sulla mancata presa di posizione nei confronti della Ricciarelli.

Andrea Zelletta non ci sta

Andrea Zelletta, concorrente della precedente edizione del Grande Fratello Vip, dopo la puntata di ieri sera, si è espresso attraverso dei tweet per far notare la differenza di giudizio degli autori, rispetto al reality show nel quale lui arrivò in finale. “Pensare che la nostra è stata l’edizione con più squalifiche mi fa leggermente storcere il naso… ma leggermente”. E ancora: “Io in nomination d’ufficio per aver svelato il passaggio di Federico Chiesa alla Juventus… con annesse spiegazioni e scuse in confessionale aaah sì, continuo a storcere il naso!”.


Vuoi rimanere aggiornato su tutte le ultime news?
Seguici anche su Instagram cliccando qui, su Facebook cliccando qui e su Google News cliccando qui