Dom. Mag 22nd, 2022
la vita di adele

Questa sera, su Cielo, alle ore 21:20, andrà in onda La Vita di Adele, il film del 2013 diretto da Abdtellatif Kechiche. La pellicola ha riscosso un alto gradimento, nonostante le critiche per le scene di sesso molto esplicite.

Il film, che ha ottenuto anche diversi premi (tra cui la Palma d’Oro al Festival di Cannes 2013) e nomination, è un adattamento cinematografico del romanzo a fumetti Il blu è un colore caldo della fumettista francese Julie Maroh.

Nel cast del film compaiono Lea Seydoux nei panni di Emma, la ragazza di cui si innamora Adele, interpretata da Adele Exarchopoulos. Assieme a loro recitano anche Salim Kechiouche, Catherine Salee e Aurelien Recoing.

Adele è una liceale francese che conosce per caso Emma in un bar e resta molto colpita da questa ragazza dalla vistosa capigliatura blu. Le due iniziano una relazione sentimentale che sfocerà presto in una convivenza. Tuttavia, le cose non andranno come immaginato: le differenze tra i due caratteri cominceranno ad emergere e spingeranno Adele ad una mossa che farà precipitare tutto.

Il finale del film è diverso da quello del fumetto. Nella pellicola, infatti, Adele tradisce Emma con un collega di lavoro (proprio come nel romanzo a fumetti) ma tra le due avverrà una semplice separazione, nonostante i tentativi di Adele di riconquistare la sua amata. Nel romanzo di Julie Maroh, invece, le due si riconciliano al mare ma Clementine (che nel film diventa Adele) muore in seguito ad un attacco di cuore, provocato dai farmaci presi per la depressione successiva alla separazione.

La stessa Julie Maroh ha fatto presente di non aver apprezzato le scene di sesso molto spinte del film, descrivendole come forzate e frutto di un’interpretazione di voyeurismo. Le riprese del film si sono svolte nel Nord-Pas de Calais. La pellicola e il romanzo a fumetti non sembrano ispirati ad una storia vera.


Vuoi rimanere aggiornato su tutte le ultime news?
Seguici anche su Instagram cliccando qui, su Facebook cliccando qui e su Google News cliccando qui





Di roberto