Mar. Lug 5th, 2022

Protagonista della settima stagione di Vite al Limite, Brianne Smith Riley è un esempio positivo di riuscita nel percorso verso il dimagrimento ed una vita migliore.

Già durante la puntata a lei dedicata, Brianne ha mostrato di essere capace – seppur con sforzi abnormi – a perdere quasi metà del suo peso: partita con un peso di circa 330 chilogrammi, ha terminato l’episodio pesando 162 kg – un peso che ha portato il dottor Nowzaradan ad autorizzare l’intervento chirurgico per la rimozione della pelle in eccesso.

Come per tanti protagonisti del programma in onda su Real Time, i problemi con il cibo di Brianne iniziano già da bambina, assieme a problemi psicologici che l’hanno portato a cercare felicità ed amore nel cibo: Brianne era infatti convinta che il padre non la amasse e che preferisse i fratelli.

Il rapporto conflittuale col padre è così continuato da adolescente: il padre, per cercare di farla dimagrire (giacché si trovava a pesare già 120 kg), aveva deciso di bloccarle e così in un accesso d’ira decise di andarsene di casa.

La vita lontana da casa non migliora, anzi: il rapporto col padre si interrompe del tutto e subisce frattanto una aggressione sessuale.

Fino al matrimonio con Rick, per il quale decide di affidarsi alle cure del dottor Nowzaradan.

Il percorso all’interno della clinica di Houston va bene, ma proprio mentre lei si recava in clinica il marito la tradiva e così ha in seguito decido di divorziare.

In seguito anche un aborto per lei, fino alla svolta dell’anno scorso: una nuova relazione con Chris (un uomo che pare conoscesse da tempo, sebbene abbiano iniziato a frequentarsi dopo il divorzio da Rick) ed è infine giunto anche un bambino.

I de si sono sposati e Brianne appare più felice che mai, tra citazioni bibliche e costanti aggiornamenti ai propri follower su Instagram (dove è seguita da quasi 18.500 follower, al giugno 2022 – con follower da tutto il mondo).


Vuoi rimanere aggiornato su tutte le ultime news?
Seguici anche su Instagram cliccando qui, su Facebook cliccando qui e su Google News cliccando qui