Gio. Dic 8th, 2022

Gerry Scotti, pseudonimo di Virginio Scotti, è uno dei conduttori televisivi e radiofonici più apprezzati ed amati dai fan. Ultimamente lo vediamo sul bancone di ‘Striscia la Notizia’ ma il classe 1956 è anche uno dei maggiori volti di quiz come ‘Chi vuole essere milionario?‘, ‘Avanti un altro!‘, ‘Caduta libera’, ‘The Wall’. Per andare più indietro nel tempo, ad esempio, condusse ‘Passaparola‘. L’elenco è davvero lunghissimo. Gerry è anche giurato per programmi come ‘Tu si que vales’. Ma quanto guadagna il quasi 66enne lombardo?

I cachet di Gerry Scotti

Malgrado le cifre dello stipendio di Gerry Scotti non siano mai state diffuse, anche perché variano di anno in anno, diversi siti specializzati nei patrimoni e nei guadagni dei super vip hanno provato a stimare gli incassi dello Zio più famoso d’Italia.  Secondo il sito Money: “lo stipendio annuale di Gerry Scotti si aggirerebbe intorno ai 10 milioni di euro. I proventi derivano sia dal cachet previsto dalle reti del Biscione ma anche dalle televendite e promozioni per cui Scotti è solito prestare il proprio volto e la propria simpatia”.

Grandissima parte dei suoi guadagni arrivano da Striscia La Notizia, il noto tg satirico  di Canale5, in onda da lunedì a sabato alle 20 e 35, dal quale Gerry percepisce circa 5 milioni di euro all’anno.

Scotti ha legato la sua immagine alla rete del Biscione e anche per questo motivo è uno dei più pagati della rete diretta da Pier Silvio Berlusconi. Tre anni fa, al 2019, vantava 700 prime serate e oltre 8000 puntate di programmi in day time sulla rete di proprietà della famiglia Berlusconi.

Bisogna ricordare che Gerry è proprietario dello Studio Michelangelo di Cologno Monzese. A questo si va ad aggiungere il fatto che spesso e volentieri è il volto scelto per promuovere diversi prodotti, visto che lo vediamo protagonista di tanti spot pubblicitari.

Ad incrementare i suoi guadagni è anche il vitalizio da parlamentare che il conduttore riceve ogni mese.  Alla fine degli anni Ottanta Gerry è stato eletto come deputato della Repubblica tra le file del Partito Socialista Italiano nel collegio di Milano. Un’esperienza che è durata 5 anni e per questo ha diritto ad una pensione di 1400 euro al mese.


Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per seguire NonSolo.TV su Instagram
Clicca qui per seguire NonSolo.TV su Google News
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram


Di C.F.