Dom. Ago 14th, 2022

Lo storico giornalista abbandona il TG1: ecco quali sono i motivi e i nuovi impegni

Francesco Giorgino lascia il TG 1. Dopo lo scontro interno alla redazione, lo storico volto del telegiornale di Rai 1 è pronto a ricoprire un nuovo ruolo. Si tratta di una posizione proposta alla Direzione editoriale per l’offerta informativa. A lanciare la notizia, è stato un annuncio del Cdr del Tg1 diffuso nelle scorse ore in cui ha fatto i migliori auguri a Giorgino così: “Al collega, che lascia la nostra testata dopo circa 30 anni, gli auguri sinceri di buon lavoro da tutta la redazione e in bocca al lupo per questa nuova esperienza professionale”. 

Per quale ragione Giorgino ha deciso di lasciare la redazione dopo 30 anni? Al giornalista era stato chiesto di condurre anche la rassegna stampa del mattino in maniera da accertare a rotazione anche la conduzione con altre colleghe. Giorgino però aveva presentato un certificato medico per mostrare l’impossibità di accettare la richiesta a causa delle sue  condizioni salute. Monica Maggioni non l’avrebbe presa bene e ci sarebbero state delle tensioni. Quindi, l’ex storico volto del TG1 sarebbe sollevato dall’incarico e sposato alla meno rinomata conduzione delle 13.

Secondo alcune ricostruzioni, Giorgino avrebbe ricevuto la comunicazione la cancellazione dell’edizione del tg delle 20 un’ora prima della messa in onda del 15 giugno 2022. Dunque, il giornalista apparso piuttosto nervoso aveva chiosato con un strano saluto ai telespettatori: “Grazie dell’attenzione, arrivederci a tutti”. L’ex volto del Tg 1 non ha mai voluto parlarne delle questioni interne legate all’azienda.

Le indiscrezioni che circolavano da settimane sono state confermate. Maggioni ha appena preso delle nuove decisioni: a sostituire Giorgino, ci sono Laura Chimenti e Emma D’Aquino e alla conduzione delle 20 è presente Giorgia Cardinaletti.

 

 

 

 

 


Vuoi rimanere aggiornato su tutte le ultime news?
Seguici anche su Instagram cliccando qui, su Facebook cliccando qui e su Google News cliccando qui